Seguici sui Social

Primo Piano

Sfortuna, infortuni, arbitri? No, questa squadra ha solo dei grossi limiti

Avatar

Pubblicato

il

PUBBLICITA

All’indomani dall’eliminazione Europa League, è dura parlare di Lazio. Ma bisogna farlo ed aprire gli occhi per capire i veri problemi della squadra

Uscire contro il Siviglia ci può stare, ma non in questo modo. La Lazio in 180 minnuti non è riuscita a siglare neanche un , nonostante le varie occasioni create e le opportunità avute. Ma l’eliminazione di ieri sera è solamente la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Parliamoci chiaro: in giro, tra tifosi e calciatori, si è sempre vista questa competizione come un peso e questo è un gravissimo errore. Ciò denota mancanza di da grande squadra, vogliosa di ottenere grandi risultati a livello europeo, mancanza di ambizione, ma anche un grande controsenso. Come pensare di poter partecipare alla Champions League se non si è in grado di reggere l’Europa League, competizione nettamente inferiore di blasone?

Ma Siviglia Lazio ci ha fatto capire anche un’altra cosa: ha portato a galla i molti limiti di questa squadra: calciatori non all’altezza per giocare a questi livelli, il solito salto di qualità non riuscito, lo sgretolarsi alla prima difficoltà. Sono questi i reali problemi della Lazio di Inzaghi, allenatore che, nonostante un capitale umano non di altissimo livello a disposizione, sta compiendo miracoli. Vogliamo parlare dei vari Patric, Marusic, Caicedo, Lulic, si anche lui ormai troppo avanti con l’età.

I più si appelleranno ai tanti infortuni, ed è vero che ci hanno penalizzato. Ma vi rispondo così: come mai siamo l’unico club che ogni anno a metà stagione è martoriata dagli infortuni? Evidentemente c’è qualche intoppo nella preparazione o delle alcune nel gestire gli infortuni. Domande e problemi che ci portiamo dietro da anni e che condizionano, in negativo, il finale di stagione della squadra.

Noi amiamo la Lazio, ma allo stesso tempo siamo arrabbiati nel vedere sempre situazioni negative che si ripetono all’infinito. E’ tempo di risorgere, è tempo di reagire, è tempo di investire e coprare i campioni veri con la C maiuscola. Forza Lazio.


Pubblicità

Primo Piano

L’Italia batte la Turchia ed Immobile cita Lino Banfi

Un inizio straripante per gli azzurri di Mancini dove ha brillato anche la stella biancoceleste Immobile. Lo stesso Immobile cita Lino Banfi dopo il gol, scopriamo il perché

Avatar

Pubblicato

il


Un straripante per gli azzurri di dove ha brillato anche la stella biancoceleste Immobile. Lo stesso Immobile cita Lino Banfi dopo il gol, scopriamo il perché

L’Italia se la canta e se la suona, 3-0 senza alla Turchia. segno vanno un autogol di Demiral su tiro-cross di Berardi, Insigne su assist di Ciro e lo stesso Immobile con un tap- sottoporta.

immobile
Immobile

Dopo il gol Immobile cita Lino Banfi e ai microfoni della a fine spiega il perché. “Ci è arrivato un messaggio da Lino Banfi che ci chiedeva di gridare porca puttena”. Gol e promessa mantenuta da Immobile che inoltre si è dichiarato entusiasta della prestazione azzurra e ha voluto dichiarare il gol al pubblico presente allo stadio.

Banfi
Lino Banfi

DEFINITO LO STAFF DI SARRI

Continua a leggere

Primo Piano

Il laziale perdona, (a) Calenda no

Fanno discutere le frasi del candidato Sindaco Calenda. In passato sbeffeggiava il popolo laziale, ora a caccia di voti sembra aver cambiato idea

Avatar

Pubblicato

il


Fanno discutere le frasi del candidato Sindaco Calenda. In passato sbeffeggiava il popolo laziale, ora a caccia di voti sembra aver cambiato idea

Carlo Calenda candidato Sindaco per Roma con la lista Azione, in questi giorni è tornato a far parlare di se. Non su questione politiche, ma bensì sulla sua fede calcistica. Calenda noto tifoso della Roma, in passato si è lasciato andare a dichiarazioni poco piacevoli verso il popolo biancoceleste.

calenda
Calenda

LE DICHIARAZIONI

Le “offese” di Calenda svariano dal “Sei un cazzaro, sei laziale, mi ricordi Lotito” al più pesante “I non votano, non capiscono la scheda elettorale“. Lo sfottò tra le 2 tifoserie è una cosa sana, ma quando toccano tasti delicati il problema sorge. Soprattutto quando lo stesso Calenda per acciuffare qualche voto in più magicamente cambia sponda ed elogia la Lazio ed il suo nuovo tecnico Sarri. L’incoerenza nella politica la fa da padrona.

frasi
frasi
Frasi

FODEN COME GAZZA

Continua a leggere

Primo Piano

SARRI LAZIO Annuncio ufficiale arrivato con un…emoticon

Sarri Lazio Annuncio ufficiale diramato in maniera originale (ma non troppo)

Avatar

Pubblicato

il


Il club biancoceleste ha scelto un modo davvero originale per dare Sarri annuncio ufficiale.

SARRI LAZIO ANNUNCIO UFFICIALE – Ora possiamo dirlo: il 62enne toscano è il nuovo allenatore dei capitolini. Il lieto , atteso ormai da tanti (troppi) giorni, si è finalmente materializzato. Lo ha fatto questa notte, con uno scambio di documenti firmati e controfirmati dalle parti. Il tutto è avvenuto sull’asse tra Roma e Milano, dove l’ex mister della Juve si trovava per impegni personali. Ed è stato seguito minuto per minuto da media e tifosi, ansiosi al limite dello spasmodico di ricevere la bella notizia.

darla, in maniera criptica (ma non troppo), la stessa Lazio. Sul suo profilo ufficiale Twitter è infatti comparsa l’emoticon di una sigaretta. Una figurina molto in voga in questi giorni tra i tifosi per descrivere Sarri, accanito fumatore. Sarà forse per questo che il club biancoceleste ne ha fatto uso per dare la sospirata comunicazione. O perlomeno per anticiparla: a breve dovrebbe infatti essere diramata anche la nota ufficiale. Intanto una cosa è certa: Lotito ha partorito (anzi, ‘parto-tito’). Benvenuto nel mondo biancoceleste, piccolo grande Maurizio Sarri.

INTANTO DA IMMOBILE INDIZIO SOCIAL SUL MERCATO

Continua a leggere

Articoli più letti