Seguici sui Social

News

ULTIME LAZIO De Martino (Parte 1): “Ieri vittoria di carattere. Ripartiamo da qui”

Pubblicato

in

Stefano De Martino responsabile ufficio stampa Lazio


ULTIME LAZIO De Martino — Nella giornata odierna, il responsabile della comunicazione biancoceleste è intervenuto ai microfoni di Lsr e ha commentato il successo del Meazza

ULTIME LAZIO De Martino: “Ieri la squadra ha disputato una grande partita e ha meritato il passaggio de turno. Al tiro di Caicedo eravamo già in piedi pronti a esultare. Handanovic è uno dei portieri più forti del mondo e non è stato facile segnare. Anche Strakosha è stato grande, parare quel rigore a Nainggolan era difficile. Cerchiamo di dare sempre un’immagine precisa di questa società, è il nostro modus operandi. Abbiamo fatto della lazialità uno stile di vita. Ieri in tribuna è successo di tutto, ma abbiamo mantenuto calma e professionalità fino alla fine. Il rigore concesso all’Inter non c’era e sarebbe stato ingiusto non andare in semifinale. Tra di noi, nello spogliatoio e sul pullman, abbiamo festeggiato in modo incredibile. Inzaghi pregava durante il rigore di Leiva, nascosto dalle telecamere. Con Simone c’è un rapporto che va oltre il lavoro: in lui si percepisce la vera lazialità.

Non possiamo finire nei tribunali per quello che diciamo. Ci dicono sempre che doobiamo farci sentire. Non funziona così, prima bisogna partire da noi, da casa nostra. Siamo costretti a vincere due volte, e probabilmente per altri è più facile. Siamo l’unica squadra in Italia impegnata su tre fronti. In Europa League affronteremo una grande squadra ma siamo consapevoli di potercela giocare con chiunque. Affrontiamo insieme questa salita, compatti. Tutto quello che succede all’infuori del campo condiziona i giocatori, la squadra. Partiamo da noi. Questo ancora non lo vedo, ci sono sempre critiche su ogni situazione: anche ora durante il mercato, siamo stati criticati senza aspettare che scadesse il tempo limite e senza comprendere la situazione. Siamo in piena corsa per i primi 4 posti in classifica, con società che hanno fatturati e storie importanti. Ciò significa che questa società lavora bene, con l’idea di poter crescere e migliorare sempre. Ci sono molti numeri che devono aumentare, come la presenza allo stadio. Questa non è una critica, ma un incentivo: per essere da Champions bisogna avere certi numeri. Abbiamo messo alle corde Juventus e Inter, questo credo che significhi molto. La nostra passione è diversa dalle altre, mettiamola al servizio della causa biancoceleste.

SIVIGLIA LAZIO BIGLIETTI 

SEGUICI SU FACEBOOK

Continua a leggere
Pubblicità