Seguici sui Social

News

‘Nannarella’: Anna Magnani icona di Roma

Pubblicato

il

Anna Magnani attrice romana
PUBBLICITA

Il 7 marzo 1908 nasceva Anna Magnani icona di  Roma. Nonostante alcune fonti riportino la sua nascita ad Alessandria d’Egitto lei ha sempre dichiarato di essere nata nella capitale. Città dalla quale ha preso la sua grande passionalità e la sua forza d’animo. Cresciuta in condizioni di estrema povertà sulle scene interpreta alla perfezione attraverso la sua bonaria veemenza la figura della popolana. Sfacciata, volitiva, sempre sicura e persino violenta nella difesa dei giusti valori. Un vero e proprio trionfo del neorealismo. Il punto massimo di questa espressione popolana Anna Magnani la raggiunge con “L’onorevole Angelina”. Film del 1947 di Luigi Zampa nel quale interpreta una donna di borgata chiamata a far politica per rappresentare gli interessi della povera gente come lei. Malata di cancro si è spenta a Roma il 26 settembre del 1973. Curiosità che rende ancor più simpatica l’attrice romana è che durante la sua vita ha sempre professato di essere tifosa della Lazio. Spesso veniva fotografata con i giocatori biancazzurri per scopi benefici. Anche se in un libro edito nel 1956, “L’aquila e i lupi”, scritto da Golfiero Colonna, si evidenzia l’appartenenza di Nannarella al tifo giallorosso. L’autore era un produttore cinematografico e scrittore degli anni ’50 impegnato nel mondo dello spettacolo. Ma nonostante ciò per chi Ama Roma come noi lei è al di sopra del calcio, della politica e di tutto il resto. Lei rappresenta Roma. Rappresenta un popolo che ha combattuto e superato con cuore e forza di volontà, quando seriamente quando ironicamente, anni terribili per la storia del nostro paese e solo per questo merita il massimo rispetto da parte di tutti. E di noi Romani in particolare.

SEGUICI SU GOOGLE EDICOLA

DIVENTA NOSTRO FOLLOWER ANCHE SU TWITTER

LASCIA UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK


Pubblicità

News

Buffon tra ritiro, estero e Serie A. Ilaria D’Amico fa chiarezza

Pubblicato

il

Ilaria D'Amico

Ancora incerto il futuro di Gigi Buffon, che a fine stagione dirà addio alla Juve. Sull’argomento è intervenuta la compagna Ilaria D’Amico

Tanti gli scenari possibili, dal ritiro all’estero, passando per l’ipotesi relativa a una permanenza in Serie A. Che Gigi Buffon, a dispetto dei 43 anni suonati, faccia gola a tanti, è cosa nota: ecco perché cercare di delineare il futuro dell’ormai ex portiere della Juve è tutt’altro che semplice. Al termine della stagione 2017/2018 il Campione del Mondo 2006 aveva salutato lo Stadium ufficializzando la separazione dal club bianconero. Quindi l’esperienza al Psg, per rimettersi in gioco a livello europeo tentando un’ultima rincorsa alla tanto agognata Champions, sfuggita però agli ottavi di finale contro il Manchester United. In bacheca un campionato e una Supercoppa di Francia, troppo poco per decidere di smettere, complice la decisione del club parigino di puntare su Keilor Navas per la stagione successiva. Gigi torna dunque a Torino dove accetta il ruolo di vice Szczesny: le ultime due stagioni coincidono con la vittoria di uno Scudetto, una Supercoppa e una finale di Coppa Italia in programma domani. Contro l’Atalanta Buffon avrà infatti l’occasione di conquistare l’ultimo trofeo in bianconero.

GIANLUIGI BUFFON, 43 ANNI

IL PUNTO DI VISTA DI ILARIA D’AMICO

Il futuro, come detto, è però tutt’altro che scritto: la carta d’identità inizia a far sentire il suo peso eppure, nelle gare disputate quest’anno, il classe ’78 ha dimostrato di essere in condizione a dispetto dell’inesorabile scorrere del tempo. L’estero potrebbe rappresentare un ulteriore stimolo verso il campo e di questo avviso è anche Ilaria D’Amico, nota giornalista e compagna del portiere, la quale ha dichiarato di non voler fare pressioni sul futuro di Buffon. “Non metto veti” ha chiosato la conduttrice, ammettendo però che, se dovesse scegliere, opterebbe per un trasferimento all’estero. La giornalista ha poi aggiunto: “Gigi ha un peso non indifferente per continuare a giocare in Serie A” riconoscendo però il fascino che questo campionato può avere agli occhi di un calciatore italiano. Dall’ipotesi ritiro al capitolo estero, tante le soluzioni per il futuro di Buffon. Al netto delle dichiarazioni di Ilaria D’Amico, rilasciate ai microfoni di Radio1, non è escluso che il richiamo della Serie A (con diversi club interessati: Lazio e Roma su tutti) possa fare la differenza.

LAZIO TORINO, 3 PUNTI PER PIPPO

SEGUICI SU FACEBOOK

Continua a leggere

Articoli più letti