Seguici sui Social

Primo Piano

PUBBLICITA

LAZIO PARMA LE PAGELLE – Per mago Luis partita d’antologia

Avatar

Pubblicato

il

Luis Alberto 2


Lazio Parma le pagelle: ecco i voti per la formazione biancoceleste che ha surclassato i ragazzi di D’Aversa allo stadio Olimpico. 

LAZIO (3-5-2)

Strakosha 6 – Oggi spettatore non pagante della sfida: lo ricordiamo solo per un dribbling di troppo nel primo tempo. 

Patric 6,5 – Oggi è stato insuperabile: ha anticipato tutti compresi i suoi compagni di reparto e lo stesso portiere Strakosha. Poi arriva un regalo colossale per l’ex Sprocati che segna il gol della bandiera per il Parma. Per fortuna il risultato non era in bilico… 

Acerbi 6,5 – Sempre pulito e in controllo della situazione non perde mai le distanze dagli avversari e nella sua zona non passa nessuno. Incredibile che un giocatore di questo spessore non sia stato convocato in nazionale. Mancini cosa fai?  

Radu 6,5 – Stefan di nuovo una certezza accanto al suo compagno Acerbi: nel finale accusa i soliti problemi di crampi che non gli impediscono di terminare la gara prima del triplice fischio. 

Marusic 7 – Il protagonista che non ti aspetti: si imbuca in area di rigore e prova il tiro al 21′ che gonfia la rete con la complicità del portiere parmense Sepe. Sempre pronto a ripartire sulla fascia: questa è stata la sua gara. 

Milinkovic 6,5 – Suo l’assist per il primo gol di Marusic poi tanta accademia e qualche colpo di suola di troppo. Tutti i laziali aspettano i suoi gol decisivi dopo quelli di Luis Alberto. 

Leiva 7,5 – Geometrico, a tutto campo sempre pronto a chiudere tutte le linee di passaggio: il centrocampo della Lazio dipende da questo straordiario giocatore. Per questo Inzaghi lo cambia visto che è diffidato. Al 60′ Cataldi 6,5 – Danilo ci ha trovato gusto: ha provato più volte il tiro dalla distanza stile derby ma non con la stessa fortuna. Comunque in crescita. 

Luis Alberto 8,5 – Torna al gol Luis su calcio di rigore e dedica la rete al papà di Guido Guerrieri scomparso in settimana. Ma non contento segna la sua doppietta personale al 39′ con un bel tracciante dal limite dell’area. Oggi partita d’antologia per il mago spagnolo. 

Lulic 7 – Il poker di giornata lo segna lui con una palla inattiva sfruttata alla perfezione: angolo di Luis Alberto e colpo da biliardo del bosniaco con l’interno piede. Al 75′ Durmisi 6 – Entra in maniera molto propositiva e nei minuti di recupero prova anche il tiro parato da Sepe.

Correa 7 – Questo giocatore ha cambiato il volto della Lazio. La sua qualità è indiscussa ma quando viene messa al servizio della squadra regala imprevedibilità e quindi occasioni da gol. 

Caicedo 6 – Parte bene andando al tiro con un’azione molto simile a quella del derby servito da Correa poi si spegne ed esce fuori dalla partita. Al 65′ Pedro Neto 6 – Il ragazzino si conquista delle buone punizioni a centrocampo dimostrando buona personalità e gamba. 

Inzaghi 7 – L’aver cambiato la Lazio inserendo Luis Alberto e Correa a supporto di una punta di ruolo è un’intuizione tutta sua. Intelligente anche a far uscire i diffidati vista la partita importatissima contro l’Inter a San Siro dopo la sosta. 

SEGUICI SU TWITTER

LULIC ESULTA PER LA SUA LAZIO


Primo Piano

Bernabè si difende dalle accuse, la lettera del falconiere

Bernabè si difende dalle accuse, l’ex falconiere della Lazio scrive una lettera

Avatar

Pubblicato

il

methode times prod web bin 9e28144a 31d4 11ec 820f e2be9b2cb5fd
<

Bernabè si difende dalle accuse, l’ex falconiere della Lazio scrive una lettera

Bernabè si difende dalle accuse. L’ormai ex falconiere della Lazio dopo esser stato licenziato per un saluto romano dopo Lazio Inter ha scritto una lettera poi pubblicata dal portale Adnkronos : “Sono dispiaciuto per quello che è successo, in Spagna il gesto fascista si fa con il braccio teso in una linea retta. In Italia a quanto pare è anche così, dandosi una pacca sul petto. Io sono una persona assolutamente di destra, del partito Vox in Spagna come pure tanti amici calciatori, ma non di idea fascista, non è proprio nella mia mentalità. Sono un uomo che ha girato il mondo, che fa business in tutto il mondo e che ha rapporti con persone di tutte le razze. È stato un gesto dettato dall’impulso festeggiando il finale di una partita. Un saluto militare, mai fascista. Tuttavia va bene, queste cose fanno parte della vita, ci sono momenti brutti e belli. E questo per me è un momento brutto“.

lazio bernabè

CALENDARIO LAZIO : LA RABBIA DI SARRI

Continua a leggere

Primo Piano

Tamponi Lazio, la rabbia della Figc

Tamponi Lazio, la rabbia della Figc : “Pena incongrua”, faremo ricorso

Avatar

Pubblicato

il

Gabriele Gravina 1
<

Tamponi Lazio, la rabbia della Figc : “Pena incongrua”, faremo ricorso

Tamponi Lazio, la condanna punisce Lotito, ma secondo la Figc la pena è incongrua : “C’è sconcerto per l’irrogazione di sanzioni incongrue e prive di afflittività a fronte di violazioni gravi dei protocolli anti-Covid consumate in uno dei periodi più difficili di pandemia nel nostro Paese“. Ma non è tutto, la Figc starebbe pensando ad un possibile ricorso al collegio di garanzia.

Gravina

IL GESTACCIO DI KOLAROV : MULTATO

Continua a leggere

Primo Piano

Espulsione Luiz Felipe, adesso è emergenza difesa

Espulsione Luiz Felipe, l’unica dolente del match ed adesso è emergenza difesa

Avatar

Pubblicato

il

luiz felipe lacrime lazio inter 159qwdcfg99121ijju0f5q2vfy
<

Espulsione Luiz Felipe, l’unica dolente del match ed adesso è emergenza difesa

Espulsione Luiz Felipe. Il rosso diretto al difensore brasiliano è l’unica nota dolente del match. Espulsione arrivata a fine partita in modo confusionario con il centrale che è poi scoppiato in lacrime. In lacrime anche noi dopo che nessun giocatore dell’Inter ha subito il cartellino rosso aggredendo Felipe Anderson dopo il gol, ma questa è un’altra storia. Adesso il problema sorge spontaneo, senza Acerbi e ora anche Luiz Felipe chi difenderà ? Per Sarri è una vera e propria emergenza difesa.

Luiz Felipe

LA CHIAVE DEL MATCH : I CAMBI DI SARRI

Continua a leggere

Articoli più letti