Seguici sui Social

Articolo copertina

ULTIME LAZIO FORMELLO Quattro assenti oltre ai Nazionali

Pubblicato

in

Inzaghi, allenatore della Lazio a formello


ULTIME di ripresa a ranghi ridotti per i biancocelesti di Inzaghi che alle ore 15 si sono ritrovati al Fersini.

ULTIME LAZIO FORMELLO Dopo i due giorni di riposo concessi da mister Inzaghi, i biancocelesti si sono ritrovati oggi pomeriggio al Fersini per la seduta di ripresa. Iniziale riscaldamento atletico per i biancocelesti che, dopo aver svolto dei percorsi ad ostacoli ed alcune esercitazioni incentrate sulla forza e sulla propriocettività, sono passati ad una fase tecnica sul possesso palla. In seguito corsa ad intermittenza agli ordini del Prof. Ripert prima di concludere la seduta con la consueta partitella a campo ridotto.

QUATTRO GLI ASSENTI (OLTRE AI NAZIONALI)

Oltre ai sei Nazionali Bastos, Immobile, Marusic, Milinkovic, Badelj e Pedro Neto, sono quattro i biancocelesti che non si vedono in campo: Patric, Luis Alberto, Correa e Berisha. In gruppo Luiz Felipe, che ha rinunciato alla convocazione con l’Under 21 italiana di Di Biagio, e Strakosha “punito” dal Ct dell’Albania Panucci. Nella giornata di domani è previsto un allenamento pomeridiano.

LASCIA UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

Articolo copertina

L’assessore alla sanità boccia l’idea di riaprire gli stadi a più di mille spettatori

Pubblicato

in

Ingresso Curva Nord stadio Olimpico


CORONAVIRUS: D’AMATO, ‘MA SIAMO SICURI CHE PRIORITA’ E’ RIAPRIRE GLI STADI CON 25 MILA SPETTATORI?’

L’idea di aprire gli stadi a mille persone può essere vista come un passo in avanti verso la normalità. Giustamente però qualcuno ha espresso l’idea di aprire gli stadi anche in proporzione alla capienza dell’impianto sportivo, auspicando come numero massimo 25.000 spettatori. Non è d’accordo l’assessore alla Sanità del Alessio D’Amato che, attraverso un comunicato, esprime senza mezzi termini la sua perplessità al riguardo: “Ma siamo sicuri che la priorità sia riaprire gli stadi con 25 mila spettatori? Mi sembra il modo più rapido per tornare a nuovi lockdown. Attorno a noi città europee stanno attuando o hanno attuato misure restrittive da Londra a Madrid a Parigi. Ci siamo già dimenticati gli effetti deleteri che ebbe la partita Atalanta-Valencia allo stadio Meazza di Milano? E’ una follia. Pensiamo invece a tenere aperte e difendere le scuole e le Università”.

Continua a leggere

Articoli più letti