Seguici sui Social

Arabic AR Chinese (Simplified) ZH-CN English EN French FR Italian IT Russian RU Spanish ES

Articolo copertina

FORMELLO Lazio forza 7 contro la Primavera: in due sugli scudi

Pubblicato

in

Formello Lazio


forza 7 contro la : il report dell’amichevole sostenuta questa mattina dai biancocelesti contro i baby di Menichini.

FORMELLO Lazio forza 7 contro la Primavera. Il weekend di sosta regala gli scudi a (doppietta) e a (tripletta). In gran spolvero dunque il tandem offensivo che sopperisce all’assenza dei dieci nazionali. Il timbro di Parolo e un autogol di Pica fissano poi il risultato sul 7-0. Scende dunque nel migliore dei modi il sipario sulla settimana di lavoro a Formello. Come Inzaghi, anche Menichini schiera i suoi con il 3-5-2, arricchito dai ‘prestiti’ di Proto, Minala (fuori rosa) e soprattutto Lukaku, al rientro dal lungo stop. Il belga gioca 50′, poi, finita la benzina, chiede il cambio.

Inzaghi opta invece per questi undici: Guerrieri tra i pali, Parolo difensore centrale affiancato da Patric e Radu, Lazzari e Jony sulle fasce, Anderson, Cataldi e Luis Alberto terzetto centrale, Adekanye e Caicedo di punta. Proprio questi ultimi, a suon di gol, fanno da mattatori nella prima frazione: vantaggio dell’ecuadoriano, di tacco su assist di Lazzari, raddoppio dell’olandese di sinistro da pochi passi.

Nella ripresa in campo anche Leiva e Lulic, che festeggiano altre 5 reti: la prima ancora con Caicedo di destro, seguita da un siluro dal limite di Parolo e da una deviazione sfortunata di Pica nella propria porta. A mettere gli ultimi due timbri infine Adekanye (col mancino e di testa). Si chiudono così i due tempi da 30 minuti. Adesso tutti a riposo per 48 ore, prima della ripresa fissata per martedì pomeriggio. Quando inizieranno a rientrare i nazionali e si potrà iniziare a preparare la trasferta con la Spal.

SEGUICI ANCHE SU TWITTER

Pubblicità

Articolo copertina

Champions Lazio – Contro il Bruges un pareggio che vale oro. Le pagelle

Pubblicato

in



 Una grande riesce a trovare un pareggio che vale oro viste le assenze di più di mezza squadra causa tamponi Covid.

  • Reina 7 – 70esima presenza europea per il portiere spagnolo. Spiazzato sul rigore, salva il risultato al 50′ con un intervento coi piedi che devia la palla in corner. Ancora protagonista al 64′ con un colpo di reni che evita il due a uno.
  • Patric 5 – Per un motivo o per un altro, ormai è sempre titolare. Due errori nel primo tempo: al primo gli dice bene, mentre la trattenuta che regala il rigore al Bruges è da matita rossa. Dal 46′ Pereira 5  – Un tempo per mettersi in mostra ma fatica a trovare la giusta visibilità. I piedi sono buoni, deve solo trovare la sintonia con i compagni.  A cinque minuti dalla fine poteva calciare subito anziché attendere. Errore grave.
  • Hoedt 6 – Al centro della difesa a tre, fa della scivolata il suo punto di forza. Al 44′ regala un giallo evitabilissimo. Nella ripresa nessun danno particolare.
  • Acerbi 6,5 – Sempre il migliore per distacco. Bisognerebbe fargli un monumento.
  • Marusic 6,5 – Molto bene in fase difensiva, ha un ottimo senso tattico e lotta fino alla fine.
  • Milinkovic 6,5 – Ritorna dopo l’assenza contro il Bologna e gioca una gara molto diligente. Nella ripresa è lui l’anima della Lazio, quella che non molla mai. Al 77′ sfiora il due a uno con un tocco di piatto che per poco non batte Mignolet.
  • Parolo 6,5 – Al posto di Lucas Leiva, torna nel suo ruolo naturale. Nonostante l’età si dimostra ancora molto utile. Nella ripresa gioca come difensore destro.
  • Akpa Akpro 6,5 – Grinta e personalità. Uno dei migliori del match. Fares 6 – Le giocate del giocatore laziale sono sempre un pericolo per gli avversari nerazzurri, anche se Inzaghi decide di tirarlo fuori a fine primo tempo. Dal 56′ Muriqi 5,5 – Tanto movimento ma fine a se stesso.
  • Correa 6,5 – Al 13′ porta in vantaggio i capitolini con un sinistro preciso che non lascia scampo al portiere avversario. Gli si chiede lavoro straordinario e lui combatte fino a quando gli reggono le gambe.
  • 5 – Al posto di Immobile gioca sempre a supporto del centrocampo, non benissimo però il lavoro sul versante offensivo. Dal 68′ Czyz 6 – Entra e si piazza sulla corsia a sinistra. venti minuti per questo giovane ragazzo classe ’01.

Continua a leggere

Articoli più letti