A tutto Immobile…Ciro si racconta: “Il goal è vita”

Ciro Immobile si racconta tra goal, emozioni e obbiettivi personali e di squadra. La Lega Calcio ha pubblicato un video sul proprio canale Youtube per festeggiare il centravanti biancoceleste, arrivato a quota 100 goal.

Immobile: “Il goal per me come per ogni attaccante è vita, ossigeno, ti dà la fiducia in più per affrontare la partita seguente. Quando si segna, si vuole continuare a segnare perchè è bello. Io non mollo mai, anche nei momenti di difficoltànon mi sono mai abbattuto, ho cercato sempre di andare avanti sulla mia strada. 100 gol? Sono davvero felice, è un traguardo importante, che premia il lavoro che ho fatto in questi anni con i compagni, mister e società. E’ un traguardo che divido con tutti. La squadra esprime un gioco bello da vedere e mi mette in condizione di esprimere il mio potenziale. Mihajlovic? E’ stata una bella emozione vedere il mister a Bologna. Lui mette in campo una squadra che è un po’ come lui, tignosa, difficile da affrontare. Potevamo spuntarla col rigore alla fine, potevamo anche vincere, ma il pareggio è stato il risultato più giusto”.

LE PARTITE DI QUEST’ANNO

La partita con l’Atalanta è stata pazzesca, anche per chi non è tifoso né dell’una né nell’altra squadra. L’ultimo rigore era pesante, bisognava buttarla dentro in tutti i modi perché dopo una rimonta così sarebbe stato un peccato perderla. Anche quella con la Fiorentina è stata un partita bella, tirata, contro una squadra forte. Riuscire a portare via 3 punti da lì è stata una spinta in più. Quando sei ‘on fire’ senti che qualsiasi cosa entra in area puoi trasformarla in goal”.

IMMOBILE E INZAGHI

“Sento il gioco cucito su di me, ma sento soprattutto la fiducia e di questo devo ringraziare il mister e il suo staff che mi mettono sempre nella condizione di giocare bene. La fiducia te la devi guadagnare in campo e fuori dal campo, dando una mano anche nei momenti più difficile. Con il mister, l’ho sempre detto, è stata una crescita parallela. Lui è cresciuto e sta crescendo tanto come allenatore, e io sono cresciuto in questi anni come calciatore. Ho sempre cercato di dargli una mano, anche lui era agli inizi, e ho cercato sempre di seguire i suoi consigli per quanto riguarda il campo”

IN CERCA DI CONTINUITA’

“Quando si sale di livello e intorno ti si crea un certo tipo di entusiasmo diventa difficile mantenere i piedi per terra e gestire la pressione. Però è ovvio che si deve sempre cercare di migliorare per rimanere a quel livello e addirittura superarlo. A noi manca un po’ di continuità nei risultati, perché a livello di gioco e prestazioni ci siamo sempre. Cerchiamo di fare la gara contro qualsiasi squadra. Se riuscissimo a migliorare questo potremmo toglierci tante soddisfazioni”.

SEGUICI SU TWITTER

LEGGI ANCHE LE ULTIME DA FORMELLO