Seguici sui Social

Arabic AR Chinese (Simplified) ZH-CN English EN French FR Italian IT Russian RU Spanish ES

Focus

ACCADDE OGGI 10 gennaio 2012: Lazio-Verona 3-2 (VIDEO)

Pubblicato

in



In uno stadio deserto, davanti ad appena 5.000 spettatori, per gli Ottavi di finale di Coppa Italia all’Olimpico si fronteggiano e Hellas . La Lazio al termine dei minuti regolamentari si impone per 3-2 e accede ai quarti dove affronterà la vincente della sfida tra Milan e Novara.

I biancocelesti, guidati dal tecnico Edy Reja, passano in vantaggio al termine del primo tempo con Dias e raddoppiano con Rocchi a inizio ripresa ma prima Berrettoni e poi D’Alessandro riportano il risultato in parità finché a tempo scaduto il Profeta Hernanes realizza il gol della vittoria con un calcio di punizione che non lascia scampo al portiere avversario. Sin dall’inizio è la Lazio a cercare di fare la partita portandosi costantemente nella metà campo avversaria, mentre il Verona si limita ad attendere i biancocelesti cercando di colpire in contropiede. La prima azione pericolosa è degli scaligeri: è  Sasa Bjelanovic a colpire di testa ma Bizzarri si oppone.

Al 9′ è la Lazio con Hernanes a provare su punizione ma la conclusione del brasiliano termina alta. Capitan Rocchi al 13′ impegna il portiere veronese Rafael. Al 16′ tocca a Cisse rendersi pericoloso ma la sfera termina alta sulla traversa. I biancocelesti nonostante i vari tentativi non riescono a rendersi pericolosi. Il gioco latita e per vedere un’altra conclusione degna di tale nome bisogna attendere il 37′, quando un tiro di Sculli termina a lato di poco. Al 39′ è di nuovo Rocchi a impegnare l’estremo difensore gialloblu ma il tiro ravvicinato della punta veneziana viene respinto. Al 44′ la Lazio finalmente si porta in vantaggio: su calcio d’angolo di Ledesma è Dias che indisturbato al centro dell’area di rigore insacca portando i suoi sull’1-0.

Il Verona sotto di una rete rientra in campo molto più propositiva. Al 51′ è Abbate che dopo aver superato Hernanes con un sombrero spedisce la palla a lato di poco. La Lazio continua ad attaccare e con Cisse impegna per due volte la difesa del Verona. Al 57′ il raddoppio biancoceleste: è ancora l’ivoriano a scattare sulla fascia e a servire Rocchi che calcia verso la porta di Rafael; la palla, deviata da Pugliese, si alza e con una specie di pallonetto supera l’estremo difensore. Pochi minuti dopo il Verona riesce ad accorciare le distanze con il neo entrato Berrettoni che in tuffo colpisce di testa e supera Bizzarri che, sorpreso dalla conclusione, non accenna alcuna risposta. La squadra veronese non ha più nulla da perdere e si catapulta nella metà campo biancoceleste.

La Lazio, dal canto suo, spreca due buone occasioni per ristabilire le distanze: è il neo entrato Klose a impegnare Rafael con Gonzalez che non riesce a centrare lo specchio della porta da buona posizione. I gialloblu pareggiano al 73′: D’Alessandro scatta sul filo del fuorigioco e fulmina il portiere biancoceleste con un preciso rasoterra. La Lazio colpita dal pareggio veronese si rigetta in avanti alla ricerca del gol del successo. Klose all’82’ con uno stacco di testa manda la palla a sfiorare il palo, poi tira alto su servizio del neo entrato Del Nero. Quando ormai la partita sembra incanalata sul pareggio e destinata ai supplementari arriva il 3-2 grazie a una punizione perfetta di Hernanes che, dal limite dell’area, calcia sul palo del portiere sorprendendo nettamente Rafael.

IL TABELLINO

LAZIO: Bizzarri, Cavanda (77′ Matuzalem), Diakite, Dias, Lulic, A. Gonzalez, Ledesma, Sculli (82′ Del Nero), Hernanes, Rocchi, Cisse (66′ Klose). A disp.: Carrizo, Garrido, Biava, Zauri. All.: Reja

HELLAS VERONA: Rafael, Abbate, Ceccarelli, Mareco, Pugliese, Russo, Esposito (91′ Pichlmann), Galli (54′ Berrettoni), Hallfredsson, Bjelanovic, Lepiller (68′ D’Alessandro). A disp.: Hu, Scaglia, Tachtsidis, Jorginho. All.: Mandorlini

Arbitro: Sig. Rocchi (Firenze) – Assistenti Sigg. Passeri e Argiento – Quarto uomo Sig. Baracani

Marcatori: 44′ Dias, 57′ Rocchi, 60′ Berrettoni, 73′ D’Alessandro, 91′ Hernanes

Note: serata fredda, terreno buono. Ammoniti: D’Alessandro, Ceccarelli, Berrettoni, Mareco. Angoli: 9-2 per la Lazio. Recuperi: 1′ p.t., 3′ s.t.

Spettatori: 5.000 circa.

SEGUICI SU TWITTER

Continua a leggere
Pubblicità

Focus

LA NOSTRA STORIA – Tanti auguri a Rodriguez Aparecido César

Pubblicato

in

Aparecido Cesar


Il 24 ottobre 1974 nasce a San Paolo, in Brasile, l’ex giocatore della Lazio Rodriguez Aparecido César (detto Cesaretto). Cresce calcisticamente nel Juventus São Paulo, dove nel 1994 raggiunge la promozione nel Campionato paulista. Implicato in un brutto giro deve sospendere l’attività calcistica. Viene arrestato in quanto partecipa a una rapina ai danni dello stesso club e per cui deve scontare 5 anni e 4 mesi di carcere.

IL RITORNO IN CAMPO

Nel 1998 Cesar riprende a giocare con l’União Barbarense, al quale viene ceduto in prestito dal São Caetano. Qui vince il campionato di Serie A-2 dello stato di San Paolo, ottenendo la promozione nel Campionato Paulista. La stagione successiva ritorna al São Caetano da dove nel 2001 viene acquistato dalla . In maglia biancoceleste gioca per cinque stagioni vincendo la Coppa Italia 2003-2004.

L’ADDIO ALLA LAZIO

A gennaio del 2006 passa all’Inter ma ad agosto dello stesso anno rientra in Brasile per giocare nel Corinthians. A gennaio dell’anno successivo è ancora in Italia con il Livorno. Nella stagione 2007/08 torna di nuovo all’Inter per passare poi la stagione successiva al Bologna. Nel 2009 firma un contratto di tre anni (con opzione per il quarto) con un progetto da dirigente con il Pescina Valle Del Giovenco. Nel 2011 trova l’accordo con la Lazio per allenare i Giovanissimi Provinciali B (classe ’99). L’anno successivo guida gli Allievi Regionali fino al 17 settembre 2013 quando viene ingaggiato dal Frosinone per guidare gli Allievi nazionali. Nel marzo 2018 viene ingaggiato dalla società pontina della Samagor come tecnico della categoria Giovanissimi Regionali.

SEGUICI ANCHE SU GOOGLE EDICOLA, TWITTER E FACEBOOK

LACRONACADIROMA.IT – SEGUI ANCHE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

Continua a leggere

Articoli più letti