Seguici sui Social



Articolo copertina

BRESCIA LAZIO Buu a Balotelli, biancocelesti a rischio squalifica?

Pubblicato

il

PUBBLICITA

BRESCIA LAZIO Buu a Balotelli, biancocelesti a rischio squalifica?

BRESCIA LAZIO BUU A BALOTELLI – Al minuto 31 della gara del Rigamonti, l’attaccante delle Rondinelle, dopo aver fermato il gioco, si reca dall’arbitro Manganiello per far notare presunti cori razzisti nei suoi confronti. Segue un breve stop e l’annuncio dello speaker, dopodichè la partita riprende. Ma il caso non si smonta. Anzi, a gettare ulteriore benzina sul fuoco è lo stesso Balotelli, che su Instagram urla “vergogna” ai tifosi biancocelesti presenti al Rigamonti. Una versione che – riporta Repubblica – la Procura quest’oggi avrebbe confermato.

Tutti e tre i delegati presenti alla partita avrebbero infatti notato e messo a verbale cori discriminatori provenienti dal settore dei tifosi biancocelesti. Una circostanza di cui potrebbe tenere conto il Giudice Sportivo, che potrebbe comminare una squalifica alla Lazio (probabilmente un settore dell’Olimpico o una partita a porte chiuse). Se le indiscrezioni venissero confermate, la società biancoceleste risulterebbe infatti recidiva dopo il caso Kessie-Bakayoko dello scorso aprile in Coppa Italia. In un comunicato, i capitolini si sono immediatamente dissociati da certi comportamenti. Basterà? Al Giudice Sportivo l’ardua sentenza.

SEGUICI ANCHE SU TWITTER


Articolo copertina

Raul Moro, dopo la finale di Coppa Italia il rinnovo con la Lazio

Pubblicato

il

Raul Moro, dopo la finale di Coppa Italia il rinnovo con la Lazio. I biancocelesti vogliono tenersi stretto il gioiello della Primavera.

Raul Moro è sempre più un lusso per il settore giovanile. Lo ha dimostrato anche ieri contro il Verona, con due reti che hanno messo in evidenza tutte le sue doti. E che sono solo gli ultimi sigilli di un cammino davvero straordinario: ben 14 quelli collezionati in 13 presenze, praticamente uno a gara. Numeri che però, almeno finora, non sono bastati a garantirgli il salto tra i big. Che il giovane spagnolo ha visto una volta sola, il 20 luglio, nel finale della sconfitta allo Stadium contro la Juventus. Troppo poco per un ragazzo in cui la Lazio crede e su cui ha investito tanto. Intanto la scadenza del contratto (al 2022) si avvicina e con essa le sirene delle pretendenti, pronte a tutto per strapparlo a Formello. Lui finora non si è scomposto, alla Lazio sta bene e non ha chiesto la cessione. In cuor suo, però, spera fortemente, com’è naturale, di avanzare di livello. Per questo, Tare avrebbe deciso di inserirlo in prima squadra già dal prossimo ritiro di Auronzo. Non solo: il ds sarebbe già al lavoro con il procuratore per il rinnovo. L’idea sarebbe quella di un accordo quinquennale, anche se al momento l’intesa ancora non c’è. Le parti proseguiranno comunque i contatti nei prossimi giorni per garantire alla Lazio e al ragazzo un futuro roseo e ricco di soddisfazioni. Ovviamente l’uno accanto all’altro.

Continua a leggere

Articoli più letti