Seguici sui Social

News

PUBBLICITA

LAZIO NAPOLI Gattuso: “Nonostante il risultato sono ottimista”

Avatar

Pubblicato

il

Napoli Gattuso

L’allenatore del Napoli, Gennaro Gattuso, al termine della gara con la Lazio è intervenuto in conferenza stampa.

Il commento di Gattuso dopo la sconfitta contro la Lazio: “Miglior prestazione del Napoli? Primi 45 minuti possesso sterile, abbiamo fatto il solletico. Meglio nella ripresa. Ospina? Errore mio, il portiere può farti uscire dalla pressione avversaria. Ci ha fatto uscire tante volte. Ci alleniamo in queste giocate. Abbiamo bisogno di una serie maledetta di risultati. Pensavo ci volessero 40-50 allenamenti per avere il miglior gioco, ma siamo in crescita continua dopo 16. Ho fatto il calciatore, devo entrare nella testa dei giocatori e avere continuità di risultati. Abbiamo fatto bene con Inter e Lazio ed è difficile. Non dobbiamo arrivare sempre a Milik per salire, ma giocare con la mezzala.

Non siamo una squadra pensante oggi, dobbiamo pensare a tante cose e la mia richiesta è di fare ciò. Solo che per tanti mesi si giocava un calcio diverso. Due anni fa si giocava un calcio pensante. Coppa Italia? Fondamentale, dobbiamo vincere partite. Quando non arrivano i risultati, il primo responsabile è l’allenatore. Ora non posso pensare alla Champions League o Europa League. Devo pensare agli allenamenti, questa squadra ha problemi e per questo sono qua. Stiamo richiedendo qualcosa alla squadra che in tre settimane ha fatto vedere qualcosa. Dobbiamo fare di più a livello di punti. In questo momento abbiamo bisogno di equilibrio, poi ho messo il secondo attaccante e abbiamo lasciato campo agli avversari. Il primo tempo mi è piaciuto per il fatto che ha saputo soffrire.

Ci sta riportare 1-2 uomini in più ma ora la coperta è corta. Dobbiamo capire se vogliamo fare o farci fare del male. Io sono molto positivo, i ragazzi devono capire che siamo sulla strada giusta. Se continuiamo a giocare così le vittorie arriveranno. Inizia a essere frustante sentirti dire ‘bravo’ e poi i risultati non arrivano mai. Abbiamo ancora grandi margini di miglioramento, bisogna credere fortemente in quello che si fa. Io mi baso su quello che vedo nel corso della settimana, siamo indietro in alcuni aspetti. Non dobbiamo guardare la classifica ma il lavoro e i miglioramenti. L’obiettivo è vincere le partite, al momento non ci sono altri obiettivi.

Squadra a fine ciclo? Non lo so, il primo responsabile sono io. Devo essere il primo a portare i risultati per rimanere a Napoli. Sono legato ai risultati anche io e voglio che arrivino perché voglio rimanere a Napoli. Insigne? Primo tempo non è entrato mai dentro al campo, nel secondo tempo si è mosso molto di più e molto meglio. La squadra è in crescita, sia con l’Inter, sia oggi. Ho rincuorato Ospina a fine partita? Ospina ha sbagliato, ma sono io che chiedo determinate cose al portiere, si guarda solo l’errore ma non si vedono le 10-15 imbucate che ha fatto. Per noi è un valore aggiunto, perché con la sua tecnica ci aiuta molto. Non lo chiamo portiere, ma giocatore, perché nel calcio moderno il portiere deve giocare con i piedi come tutti gli altri”.

SEGUICI SU TWITTER


News

Sarri carica la Lazio: il messaggio nel confessionale prima del Verona

Sarri carica la Lazio: il retroscena poco prima della partenza per il Veneto.

Avatar

Pubblicato

il

sarri carica la lazio
<

Sarri carica la Lazio: il retroscena poco prima della partenza per il Veneto.

Sarri carica la Lazio. Il tecnico ha chiamato a sè tutti i giocatori e li ha messi in riga. Nel suo modo di fare calcio infatti la psiche, il carattere hanno un’importanza fondamentale. Perciò, prima di scendere in campo per la prossima sfida, ha deciso di scuotere il gruppo. Un modo per far sì che l’aspetto mentale acquisti quella stabilità che finora è stata piuttosto deficitaria. Tutti nel confessionale quindi, con un solo obiettivo: cancellare il tracollo di Bologna. “Non dobbiamo ricascarci”, avrebbe intimato Sarri ai suoi ragazzi a questo proposito. Il tecnico, al pari di tutto il mondo biancoceleste, non riesce a spiegarsi cosa possa portare la squadra a subire delle debacle così repentine. Alla base del meeting quindi proprio cercare di trovare una risposta a questo mistero. Che si protrae ormai da anni e che Sarri è deciso a risolvere in maniera definitiva. Vuole che la sua Lazio conduca il gioco in maniera aggressiva e continua. Oggi al Bentegodi avrà quindi luogo il primo banco di prova per capire se il messaggio è stato recepito oppure no.

Continua a leggere

News

Campagna abbonamenti Lazio 2021/22. Tutte le novità per i tifosi

Parte la campagna abbonamenti Lazio 2021/22. Nei prossimi giorni i tifosi potranno di nuovo abbonarsi dopo l’emergenza Covid.

Avatar

Pubblicato

il

Campagna Abbonamenti Lazio 2021/22
<

Campagna abbonamenti Lazio 2021/22

Anche la Lazio partirà con la propria campagna abbonamenti. Una bella notizia che i tanti tifosi biancocelesti aspettavano da tempo. Dopo l’accordo con il nuovo sponsor Binance e la grande vittoria in rimonta contro i campioni d’Italia dell’Inter, la Lazio continua a sorprendere i suoi fantastici tifosi.

La Lazio ancora non ha fatto sapere il giorno, ma si vocifera che dalla prossima settimana dovrebbe muoversi qualcosa dagli uffici di Via Santa Cornelia. Nell’abbonamento ci saranno tutte le gare di campionato, più l’ultimo match del girone di Europa League contro il Galatasaray.

La prima gara valida per l’abbonamento Lazio 2021/22 dovrebbe essere quella del 20 novembre contro la Juventus.

Dalle prime indiscrezioni, la campagna abbonamenti Lazio 2021/22 verrà incontro alle tante esigenze dei propri sostenitori. Infatti i prezzi degli abbonamenti stagionali saranno suddivisi in base alle fasce d’età: ci sarà l’abbonamento intero, i prezzi speciali riservati alle donne e agli over 65 e infine gli sconti per i piccoli aquilotti capitolini.

Campagna abbonamenti Lazio 2021/22

Dove acquistare l’abbonamento della Lazio?

L’abbonamento della Lazio 2021/22 sarà in formato digitale e si potrà acquistare attraverso il circuito Vivaticket (dove è già possibile acquistare i match della Lazio), per poi essere caricato sulla carta Millenovecento Fidelity Card.

La società ha previsto anche un periodo di prelazione per i vecchi abbonati (si parla di una settimana circa), che dovrebbe partire dagli ultimi giorni di ottobre, dopodiché la vendita sarà aperta a tutti i fans.

Ancora segreto lo slogan che accompagnerà la campagna abbonamenti della Lazio 2021, ma nel frattempo godiamoci questo ritorno alla normalità dopo un periodo veramente difficile. Forza Lazio!!!

Campagna abbonamenti Lazio 2021/22

Continua a leggere

News

LAZIO Zaccagni di nuovo ko: le condizioni del centrocampista e i tempi di recupero

LAZIO Zaccagni di nuovo ko: tegola per Maurizio Sarri alla vigilia della trasferta di Verona.

Avatar

Pubblicato

il

lazio zaccagni di nuovo ko
<

LAZIO Zaccagni di nuovo ko: tegola per Maurizio Sarri alla vigilia della trasferta di Verona.

LAZIO Zaccagni di nuovo ko. Non è certo quello che si direbbe un momento d’oro per l’esterno biancoceleste. Costretto nuovamente a fermarsi, a poche ore dal ritorno da avversario al Bentegodi. Il problema, fa sapere lo staff medico, sarebbe stato accusato giovedì sera, nel corso dell’incontro di Europa League con il Marsiglia. Un “trauma distorsivo a carico del ginocchio destro”, così recita la diagnosi. Cui, prosegue il comunicato, sono seguiti gli accertamenti e le cure del caso. Un nuovo controllo, sotto il profilo “clinico e strumentale”, sarà effettuato nei prossimi giorni. Solo allora si saprà quando il giocatore potrà tornare a disposizione di Sarri.

Zaccagni era rientrato da circa una settimana, dopo che un altro infortunio, lo scorso 19 settembre, lo aveva tenuto ai box per quattro partite. Problemi che ne hanno ampiamente limitato il minutaggio sin qui collezionato in stagione. Altro ne perderà sicuramente nel prossimo impegno di campionato. La speranza è che la striscia negativa non si prolunghi oltre modo. Di solito, i tempi di recupero per simili infortuni oscillano tra le due e le quattro settimane. Discorso ben diverso se invece Zaccagni dovesse essere costretto ad operarsi: in quel caso la sosta forzata sarebbe di 4-8 mesi. Ma è un’ipotesi che nessuno vuole prendere in considerazione.

Continua a leggere

Articoli più letti