Seguici sui Social

Articolo copertina

LAZIO LOTITO: “Rispetto le norme ma non c’è validazione scientifica sul non allenarsi”

Pubblicato

il

PUBBLICITA

Lazio Lotito ha preso la parola nei canali ufficiali della società ribadendo il suo pensiero: per il presidente ci si può allenare rispettanddo le norme igienico-sanitarie.

Lazio Lotito a Lazio Style Channel: “Ci tengo a sottolineare il fatto che nessuno ha preso sottogamba la situazione attuale. Ho lanciato l’idea del test sierologico secondo me utile per uno screening importante oltre il tampone. È in questo modo possibile tracciare eventuali anticorpi che potrebbero testimoniare se il soggetto in questione è entrato in contatto con il virus. In questi giorni alcune attività lavorative stanno riprendendo con le dovute accortezze. Non capisco per quale motivo un atleta, monitorato ventiquattro ore al giorno, non possa allenarsi. Gli atleti potrebbero allenarsi all’aria aperta in un luogo sanificato come Formello e non capisco, a livello scientifico, quale possa essere la controindicazione”.

L’EVIDENZA SCIENTIFICA

“Sono per il rispetto delle norme dello Stato, ma in questo contesto non c’è una validazione scientifica che possa impedire ad un atleta di allenarsi. Questo, ovviamente, se viene applicato un protocollo che rispetti le misure di prevenzione. Il nostro Centro Sportivo è tra i più grandi in Italia ed è dei più organizzati in assoluto, anche a livello di sanificazione. Il mio personale sta lavorando ogni giorno negli ospedali a stretto contatto con il Covid-19: nonostante ciò si continua a lavorare e non è stato registrato alcun contagio. Nelle strutture a cui sto facendo riferimento vengono utilizzate delle mascherine FFP3 e sono state portate anche a Formello. Test sierologici, invece, sono pervenuti dalla Cina ed, insieme a ciò, abbiamo acquistato anche degli occhiali per evitare un contagio tramite le cavità oculari”.

IL MERITO SPORTIVO

“Nella nostra Società il merito è l’aspetto più importante in assoluto, la posizione va guadagnata sul campo tramite il lavoro, la determinazione e con la voglia di portare un contributo importante alla squadra. Gli individualismi non portano mai a grandi risultati, c’è bisogno del valore del collettivo”.


Pubblicità

Articolo copertina

Immobile contro Cairo – “Non posso tollerare ingiurie e infamie” (1 Foto)

Pubblicato

il

Immobile contro Cairo

Immobile contro Cairo per via delle dichiarazioni che il presidente del Torino si è lasciato andare dopo il triplice fischio del

Lazio Torino è da poco terminata ma le polemiche non tendono a placarsi. Immobile contro Cairo per le dichiarazioni che il Presidente del Torino ha lanciato al bomber della Lazio. L’attaccante però non ci sta e spara a zero contro il Proprietario della Gazzetta dello Sport. Ecco il post dove Ciro spiega le sue ragioni. “Tutti sanno chi è Ciro Immobile. Dentro il campo, e soprattutto fuori. Posso accettare le critiche al calciatore, non gravi offese diffamatorie all’uomo che sono. Soprattutto se quest’ultime arrivano da dirigenti del mondo del calcio.

Poi Ciro continua il post e accusa direttamente Urbano Cairo “Al termine della partita di questa sera il Presidente del Torino Urbano Cairo mi ha raggiunto all’ingresso dello spogliatoio della Lazio iniziando ad offendermi, a scagliarsi verbalmente nei miei confronti rivolgendomi gravi accuse infamatorie, accusandomi di aver giocato la partita con “il sangue agli occhi”, e altre cose riguardanti anche la gara d’andata di questo campionato disputata contro il Torino, arrivando perfino a dirmi che ho giocato quella gara positivo al COVID.”

La signorilità di Ciro è fuori discussione e nella parte finale del post ringrazia il Presidente del Torino per avergli dato fiducia ma poi, senza usare mezzi termini, risponde per le rime alle accuse del Presidente dei granata. “Non smetterò mai di ringraziare il Presidente Cairo per avermi dato la possibilità di consacrarmi nel Torino come calciatore, ma non posso sorvolare su un episodio che oltrepassa la dimensione calcistica. Tutti sanno chi è Ciro Immobile; un calciatore, sì, ma soprattutto un uomo rispettoso delle regole e dei principi della lealtà. Non posso tollerare ingiurie ed infamie che diffamino, senza alcun valido motivo, la mia persona. Ciro Immobile”

Tare su Inzaghi

Immobile contro Cairo

Continua a leggere

Articoli più letti