Seguici sui Social

News

CALCIOMERCATO LAZIO Tare e Inzaghi chiacchierata sul difensore

Pubblicato

in

Tare e Inzaghi


CALCIOMERCATO LAZIO Tare e Inzaghi si sono ritrovati ieri a Formello per parlare del difensore che il mister pretendo per l’inizio della stagione

CALCIOMERCATO LAZIO Tare e Inzaghi – Al mister, erano state fatte diverse promesse a inizio stagione, alcune sono state già esaudite come l’arrivo di Fares, Muriqi e il secondo portiere Reina. Ora però, il piacentino freme, aspetta con ansia il rinforzo in difesa visto anche l’emergenza arrivata dopo la partita contro il Frosinone. Dovrà fare a meno di Luiz Felipe per le prime 2 partite e nella retroguardia ha a disposizione solamente: Radu, Acerbi, Patric e il giovane Armini. Bastos probabilmente lascerà la Lazio a breve, destinazione Turchia. Dovrebbero essere reintegrati Wallace e Karo per un breve periodo, nel frattempo ieri a Formello Tare e Inzaghi, hanno preso parte a un colloquio.

DIVERSI NOMI

Per la difesa, si sono fatti i nomi di Kumbulla che ormai, dopo le notizie di ieri sembra sfumato, il giocatore del Verona, dovrebbe passare alla Roma dopo la frenata per Smalling, in queste ore potrebbero già definire la trattativa. Resta ancora viva la pista per il centrale coreano Kim Min-Jae, dalla Cina parlano di un arrivo alla Lazio, infine dalla Germania si fa il nome del talentuoso classe 99′ Bornauw del Colonia, però sembra che i tedeschi non vogliano cedere il loro gioiello. Izzo sembra impossibile visto il costo di 20 milioni, mentre Otamendi è stato proposto ma il suo ingaggio risulta molto alto per le casse biancocelesti. Tanti nomi al momento e nulla più, potrebbe arrivare un giocatore a sorpresa, Inzaghi freme e anche i tifosi.

News

Riapertura stadi – Gravina: “1000 persone sono poche”

Pubblicato

in



Riapertura stadi – Per le prossime partite di Serie A, saranno 1000 gli spettatori che potranno recarsi presso gli impianti sportivi

Riapertura stadi – In questo senso, nella giornata di oggi si è espresso il Presidente della Figc Gabriele Gravina: “C’è un’esigenza generale del nostro Paese, quella di tornare alla normalità. Vogliamo tutti riprendere la cadenza della nostra vita in tutti i settori. È necessario tornare a coltivare le nostre passioni. Non c’è nulla ancora di graduale, 1000 spettatori sono pochi, ma è comunque importante ripartire, anche in B e C. Il calcio ha dimostrato grande responsabilità e con i comportamenti ha anche dimostrato di meritare fiducia. Vogliamo riaprire gli stadi a più gente. Durante alcune amichevoli estive si sono fatti passi avanti. La gradualità deve essere proporzionale, altrimenti ci sarebbero tanti problemi, anche nelle serie minori. Il rispetto del distanziamento sociale è fondamentale. Il protocollo sui tamponi? Penso che il Cts ci darà ragione, mi auguro che in settimana la situazione possa sbloccarsi e si possa allentare la presa”. Così Gravina ai microfoni di Radio Anch’io Sport.

Continua a leggere

Articoli più letti

Come disattivare il blocco della pubblicita per Cronache della Campania?