Seguici sui Social

Arabic AR Chinese (Simplified) ZH-CN English EN French FR Italian IT Russian RU Spanish ES

Articolo copertina

LAZIO Formello – Prime prove tattiche in vista dell’Atalanta

Pubblicato

in



LAZIO Formello – Oggi alle 11.00 la squadra si è ritrovata agli ordini di Inzaghi per sostenere il primo vero allenamento in vista dell’Atalanta 

LAZIO Formello – Al termine di un riscaldamento tecnico incentrato sulla trasmissione del pallone, la squadra ha svolto un’ampia fase tattica in vista del match contro l’Atalanta di mercoledì. Successivamente, la seduta si è conclusa con una partitella a campo ridotto. Lukaku è tornato in gruppo ma ha lavorato con le riserve: probabile che mercoledì parta dalla panchina e venga utilizzato a gara in corso. Mercoledì contro l’Atalanta, Inzaghi sembra intenzionato a riproporre lo stesso 11 di Cagliari. In attesa dell’arrivo di Hoedt, che deve sostenere le visite mediche, sarà ancora Patric a completare il terzetto difensivo già composto da Acerbi e Radu.  Luiz Felipe è ancora alle prese con la forte contusione rimediata in amichevole contro il Frosinone e tornerà dopo la sosta. Questa mattina per il brasiliano prima corsa blanda in campo. Oggi Simone Inzaghi ha provato nuovamente Marco Parolo nel ruolo di difensore centrale di emergenza. In corsia confermati Lazzari a destra e Marusic a sinistra, Milinkovic, Leiva e Luis Alberto in mediana e la coppia Correa Immobile in avanti. Domani la squadra sosterrà la seduta di rifinitura all’insegna delle definitive esercitazioni tattiche, mentre giovedì a Formello è atteso il ritorno di Senad Lulic, ai box da 8 mesi per un problema alla caviglia. 

Pubblicità

Articolo copertina

LAZIO FORMELLO – Seduta in piena emergenza in vista del Torino

Pubblicato

in



LAZIO FORMELLO – Prosegue, in casa biancoceleste, l’emergenza (Covid e non solo) in vista del match contro il Torino, in programma domenica alle 15.00

LAZIO FORMELLO – Oggi la squadra si è ritrovata agli ordini di Simone Inzaghi per sostenere il primo allenamento in vista della sfida contro il Torino. Se il tecnico biancoceleste, in occasione della trasferta di Bruges, aveva gli uomini contati, adesso per lui le cose si complicano ulteriormente. Rispetto al match di Champions, infatti, a Formello non si sono visti neanche Patric, Fares e Akpa-Akpro. Lo spagnolo ha lasciato il campo mercoledì dopo aver accusato conati di vomito. Da valutare le condizioni dell’ex Spal, mentre l’ivoriano è partito per la Francia per ragioni legate al passaporto e dovrebbe essere dunque disponibile domenica. Questa mattina, prima dell’allenamento, nuovo giro di tamponi per squadra e staff. Alla seduta odierna, oltre a Reina e Alia che hanno lavorato a parte, si sono visti 11 giocatori di movimento: Hoedt, Acerbi, Vavro, Parolo, Marusic, Milinkovic, Correa, Pereira, Caicedo, Muriqi e Lulic. Il bosniaco, al momento fuori dalla lista del campionato, si è rivisto in campo per una parte dell’allenamento (lavoro propriocettivo, corsa tra gli ostacoli, crossi, tiri e allunghi).

GLI ASSENTI

Tra infortunati e possibili casi di positività al Covid-19, è lunga la lista degli assenti: oltre ai sopracitati Patric, Fares e Akpa-Akpro (assenza legata al passaporto), anche Immobile, Cataldi, Strakosha, Lazzari, Djavan Anderson, Luis Alberto, Luiz Felipe, Leiva, Escalante, Armini e Radu. Per gli ultimi due si tratta di problemi muscolari. Il romeno, che sta recuperando dallo stiramento rimediato contro l’Inter, si è rivisto oggi in campo solo per una corsetta blanda. Piena emergenza dunque a due giorni dalla sfida contro i granata. Inzaghi è alle prese con dei dubbi anche relativi al modulo. Se Fares non dovesse recuperare, infatti, il tecnico potrebbe cambiare assetto come nel secondo tempo di Bruges. Tra le ipotesi, un 4-3-1-2 con Marusic (che non ha svolto l’intera seduta) e Acerbi nelle vesti di terzini, Hoedt e Vavro centrali difensivi. Parolo in regia con Milinkovic e Pereira mezzali. Coppia d’attacco, supportata da Correa, composta da Caicedo e Muriqi. Domani, prima della partenza per Torino, scatteranno le prove tattiche.

 

Continua a leggere

Articoli più letti