Seguici sui Social

News

PUBBLICITA

Intervista allo speaker della Lazio Riccardo Celletti: “Sono laziale, emozione unica”

Avatar

Pubblicato

il

riccardo celletti speaker

Intervista allo speaker della Lazio Riccardo Celletti realizzata da Alessandro Battistini, Mozzarella e dal direttore di laziochannel.it Davide Sperati in onda nel programma radiofonico C’mon Lazio su Non è la radio.

“Sabato è stata un’emozione bellissima, ancora non ci credo. Sei laziale? Beh, un pochino (ride, ndr). La mia prima partita all’Olimpico è stata Lazio Verona del 1998: non ricordo il mese e il giorno ma mi sembra in primavera. Ero in curva insieme a mio padre romanista: in famiglia sono tutti giallorossi, io sono l’unica pecora nera (ride, ndr). E’ bello anche per questo fare lo speaker: naturalmente sono stati molto contenti ma la battuta ovviamente l’hanno fatta. Voglio ringraziare, anche se non lo conosco ufficialmente ma come tutti i tifosi della Lazio che vanno allo stadio lo ascoltavo, Francesco Pasquali (lo speaker dello scorso anno) che ha ricoperto il ruolo in maniera esemplare. Spero di essere alla sua altezza perché è vero che è importante essere tifosi ma bisogna anche essere professionali. Io sono stato contattato pochi giorni prima la partita con il Bologna e non so come è andata con lui. Non so se questa esperienza continuerà ma voglio ringraziarlo pubblicamente. Qualche tifoso mi ha bacchettato perché sul gol di Immobile ho dimenticato di dire “Vola l’aquila” e invece ho detto solo “Vola” e poi perché ho detto “Vola” solo 3 volte invece di 4″.

LA PROFESSIONE

“Mi hanno chiesto di inventare cose nuove e improvvisare visto che vengo dal mondo delle discoteche e delle serate. Sono abituato ad andare a braccio ed è per questo che sono arrivate delle critiche da parte dei tifosi che erano abituati a Francesco e si aspettavano magari le stesse frasi. Sono sincero, ero terrorizzato a pronunciare Akpa Akpro perché è un cognome molto particolare. Dietro le quinte mi hanno detto di avere un timbro più basso e più cattivo soprattutto per le formazioni: sabato ho fatto una prova, un’altra l’avevo fatta una settimana prima. Allo stadio non si sente molto bene soprattutto stando in regia: mi sarebbe piaciuto stare a bordo campo e naturalmente con il pubblico all’interno. Quando torneremo alla normalità mi gaserò ancora di più. Vorrei ringraziare pubblicamente Andrea Casta il violinista che è presente alle partite della Lazio, siamo amici e colleghi, abbiamo condiviso tante serate in Italia e all’estero: grazie a lui sono stato presentato”.

RAPPORTO CON I GIOCATORI

L’obiettivo è creare un po’ di festa allo stadio e far divertire la gente. Ora non so se potrà esserci lo speaker (a causa del nuovo dpcm sul Coronavirus) allo stadio, per il momento so che ci sarò alla prossima con la Juve. Me l’avevano detto però prima del dpcm ora vedremo se sarà confermato. Ti ha scritto qualche giocatore dopo la serata? Per il momento ancora no. Ho avuto l’onore di conoscere qualche giocatore, tra cui Immobile e Milinkovic, alla cena per la conquista della qualificazione della Champions League ma per il momento nessuno ha ripostato i miei posti (guarda il sito Instagram)”.

 


Pubblicità

News

TORINO LAZIO- Le ultime in casa granata. Juric in emergenza

A Torino Lazio, gara valida per la 5a giornata di Serie A, i granata di Juric arrivano con una buona dose di entusiasmo dopo due vittorie consecutive

Avatar

Pubblicato

il

torino lazio
<

Nella giornata odierna i granata si sono ritrovati al Filadelfia per proseguire la preparazione in vista di Torino Lazio. La seduta si è aperta con un’analisi tattica seguita da esercitazioni tecniche sul possesso palla. Rientro in gruppo per Simone Verdi, mentre Pjaca (match winner contro il Sassuolo) ha accusato un problema muscolare e pertanto rimane vivo il ballottaggio con Linetty.

EMERGENZA IN VISTA DI TORINO LAZIO

Sulla trequarti sicuro di un posto Brekalo e, alla luce dell’infortunio di Praet al bicipite femorale, saranno proprio il polacco e l’ex Juve a giocarsi una maglia. Ancora out Andrea Belotti, alle prese con un problema al perone, e Simone Zaza. Il gallo sta svolgendo le terapie di recupero e punta a tornare in campo nel derby del 2 ottobre. Contro i biancocelesti, giovedì sera, a guidare l’attacco sarà ancora Antonio Sanabria.

TORINO LAZIO 2020-21

Continua a leggere

News

LAZIO CAGLIARI Martusciello soddisfatto ringrazia i tifosi

Al termine di Lazio Cagliari Martusciello, vice di Maurizio Sarri, elogia i tifosi biancocelesti

Avatar

Pubblicato

il

lazio cagliari martusciello
<

LAZIO CAGLIARI Martusciello, vice di Maurizio Sarri, ha parlato al termine della partita. Dopo aver sostituito in panchina il tecnico, squalificato, è intervenuto in conferenza stampa per analizzare quanto accaduto nei 90′.

LAZIO CAGLIARI Martusciello esordisce con un pari alla guida della Lazio. Un risultato frutto di una gara difficile, complice la buona disposizione in campo dei sardi, cui si è unito qualche errore decisivo nei singoli. L’iniziale vantaggio targato dal solito Immobile non è bastato per portare a casa una vittoria importantissima dopo i due passi falsi con Milan e Galatasaray. Anzi, è dovuto intervenire un missile di Cataldi per raddrizzare un esito messo in pericolo da Joao Pedro e dall’ex Keita. Nonostante ciò, a parere del mister, non tutto quello che si è visto durante la gara è da buttare.

Ci sono stati grandissimi passi in avanti“, ha detto. Sottolineando in particolare la prestazione “nel primo tempo” e “nell’ultima mezz’ora“: momenti che definisce “di buonissima Lazio, piacevole da vedere“. Purtroppo a portare rammarico è arrivato il gol del momentaneo 1-1, un pò perchè “rocambolesco ed evitabile“, ma soprattutto perchè, secondo Martusciello, la squadra non ha saputo rispondere a dovere. Cosa che invece ha fatto con il successivo vantaggio rossoblu: “Quella reazione mi è piaciuta di più“, osserva il tecnico.

Che ritiene proprio quest’ultimo aspetto quel qualcosa in più rispetto alle ultime due apparizioni. Soprattutto a quella di San Siro, dove, spiega Martusciello, ci sono stati “sbagli visibili“. Cui si è posto un primo accenno di rimedio, a dispetto del risultato finale, nella successiva trasferta di Istanbul: “Lì ho visto una squadra partecipe“. Insomma, un percorso di crescita che il tecnico assicura che continuerà, ma ad una condizione: “Dobbiamo ragionare tutti nella stessa direzione, così da rendere tutto più facile e meno faticoso“.

Gli effetti si sono visti anche ieri, nonostante qualche intoppo: ad esempio, in occasione dell’1-1, dove, evidenzia Martusciello, “ci siamo fatti trovare aperti e non abbiamo aggredito al limite dell’area“. Il tecnico ammette la “bravura degli avversari“, ma non nasconde che la rete era “evitabilissima“. E auspica che questo e altri comportamenti non abbiano a ripetersi: “Tra i due gol subiti siamo letteralmente spariti dal campo“, sottolinea. Plaudendo poi alla successiva reazione e soprattutto all’arma in più che l’ha generata: “Il supporto dei tifosi ci ha premiati con un punto“.

E ora c’è da pensare al Torino, che giovedì sera ospiterà i biancocelesti. Martusciello svela come l’impegno verrà preparato: “Analizzeremo quanto fatto oggi e studieremo le difficoltà della trasferta”. Un lavoro il cui scopo viene riassunto con una parola, “continuità“: “Speriamo di non fare passi indietro“, l’augurio del tecnico. Che non si sbilancia su chi verrà mandato in campo: “Dipende da come i giocatori usciranno da questa situazione“.

MOURINHO RINGRAZIA… PAZZINI

Continua a leggere

Non solo Lazio

La Roma si schianta a Verona e Mourinho ringrazia Pazzini

Brutta Domenica per i giallorossi che perdono punti ai danni della Lazio, Mourinho ringrazia Pazzini per il Triplete

Avatar

Pubblicato

il

Image 1
<

Brutta Domenica per i giallorossi che perdono punti ai danni della Lazio, Mourinho ringrazia Pazzini per il Triplete

Verona-Roma 3-2. Brutta partita per i giallorossi che falliscono l’opportunità di staccare la Lazio. Ad 1 settimana dal derby la squadra di Sarri ora può addirittura andare al sorpasso proprio nel giorno della stracittadina. Nel pre partita Mourinho ringrazia Pazzini e parte lo sfottò dei laziali : “Pazzini non ha mai giocato per me, ma mi ha aiutato a vincere il Triplete. Eravamo dietro la Roma e quando ha segnato 2 gol all’Olimpico è stato il giorno del sorpasso. Da lì è partito il Triplete. E’ stato importante per la mia carriera. Certo che l’ho ringraziato“.

mourinho pazzini

PAGELLE LAZIO CAGLIARI

Continua a leggere

Articoli più letti