Seguici sui Social

Arabic AR Chinese (Simplified) ZH-CN English EN French FR Italian IT Russian RU Spanish ES

News

Lazio la difesa è in emergenza: Inzaghi pensa al cambio modulo

Pubblicato

in



la è in emergenza – Il campionato è iniziato da poco ma in casa biancoceleste la situazione è già disastrosa in difesa

Lazio la difesa è in emergenza – Durante le amichevoli pre campionato, ha subito un brutto infortunio che l’ha costretto ai box, sembrava potesse tornare in queste settimana ma da Formello tutto tace, anzi filtra pessimismo. Infatti sembrerebbe che il brasiliano sia più grave del previsto e che potrebbe star fermo fino a novembre, al momento però, non trapela nessuna informazione in più. Radu, non è stato inserito nella lista della Serie A, ne avrà ancora per un mese, lui, potrebbe essere reinserito grazie alla Lega che ha deciso di poter effettuare un solo cambio per la stagione. Anche l’angolano non è stato inserito, con il rinnovo in scadenza, si cerca una nuova destinazione per lui.

EMERGENZA

Dopo delle notizie negative, ne è arrivata anche una positiva, ieri con la propria Nazionale, la Slovacchia, ha giocato non solo l’intera partita ma anche i supplementari, uscendo solo a 5 dalla fine per una questione di rigori. Il calciatore dovrebbe essere recuperato e finalmente potrà dimostrare l’investimento fatto nella passata stagione, avrà la chance di giocare diverse partite. Per la partita contro la Sampdoria, avrà a disposizione: Hoedt, Acerbi, Patric, Vavro e Armini, così, sta pensando a un cambio modulo per utilizzare due soli difensori, dovrebbe passare alle linea difensiva a 4, con Fares e Lazzari utilizzati come terzini.

UEFA – Tra Covid e perplessità: Europeo nuovamente a rischio?

Pubblicità

News

LAZIO SCUDETTO 1915 – Avv. Mignogna: “Chiedo trasparenza alla Figc”

Pubblicato

in



SCUDETTO 1915 – L’avvocato Gianluca Mignogna ha presentato un’iniziativa legata alla rivendicazione del tricolore

LAZIO SCUDETTO 1915 – Le parole dell’avvocato Mignogna: “In questo momento la Federazione è ovviamente impegnata a fronteggiare le problematiche relative al Covid-19, così come tutta la società italiana. Dalla FIGC però ci aspettiamo maggiore trasparenza relativamente alla questione dello Scudetto 1915. Non abbiamo più avuto aggiornamenti riguardo passi avanti sui lavori della commissione, così come non c’è stato nessun riscontro per l’audizione che avevo richiesto anche in conference-call, in ottemperanza alle misure di sicurezza che tutti stiamo osservando. Ai tifosi biancocelesti chiedo di non perdere la motivazione e di sostenere la rivendicazione più forti di prima. Il 3 novembre comunicheremo e lanceremo un hashtag da condividere il giorno successivo, il 4 novembre che è il giorno in cui si commemorano i caduti. Non abbiamo tante occasioni per parlare dello Scudetto 1915, contro l’oscurantismo sfruttiamo i social e condividiamo in massa questo hashtag su tutte le piattaforme per far ardere più forte la fiamma della rivendicazione”. Così Gianluca Mignogna ai microfoni di Radio Incontro Olympia.

Continua a leggere

Articoli più letti