Seguici sui Social

Articolo copertina

PAGELLE CROTONE LAZIO 0-2 Ciro e Correa in “Sing in the rain”

Pubblicato

il

PUBBLICITA

I voti dei calciatori biancocelesti. Pagelle Crotone Lazio 0-2. Vittoria sotto il diluvio targata Immobile e Correa

Pagelle Crotone Lazio 0-2

REINA 6 – Spettatore non pagante. Si prende tutta la pioggia di questo mondo, ma si fa trovare pronto nei pochi tiri dei calabresi. La sua presenza dà comunque sicurezza ai compagni.

PATRIC 6.5 – Partita di sostanza per lo spagnolo che ha fatto a sportellate con Simy. Si affida all’esperienza e alla sua caparbietà. Inizialmente soffre la superirità fisica dell’attaccante avversario, poi ne prende le misure e gestisce bene. Dal 77′ HOEDT s.v.

ACERBI 7.5 – E’ il Ciro Immobile della difesa. Oggi le ha prese praticamente tutte: in scivolata, di testa, in anticipo, di piede, di contrasto. Nessuna sbavatura nonostante il campo impraticabile. Maturato tantissimo anche grazie alla sua titolarità in Nazionale.

RADU 6.5 – Partita attenta da parte del Boss. Ha giocato come doveva in un campo del genere: spazzare senza timore. Stefan c’è!

LAZZARI 6.5 – Partita di sacrificio per Manuel. Il campo di oggi non si sposava al meglio con le sue caratteristiche e le scorribande sulla fascia erano praticamente impossibili. Fatto sta che è comunque riuscito a mettere in mezzo palloni interessanti e a fardi trovare sempre pronto in fase di copertura e offensiva. Era mancato parecchio alla squadra.

PAROLO 6.5 – Marco da buon veterano offre una prestazione di livello aiutando la squadra in tutte le fasi. In quella offensiva, sfornando l’assist per Immobile, in quella difensiva facendo legna con le buone o con le cattive. Ammonito sul finire del primo tempo, viene sostituito nell’intervallo. Dal 46′ AKPA AKPRO 6.5 – Ormai non è più una sorpresa. Oggi tanta sostanza e corsa a dismisura. Copre e si propone. Ben fatto Akpa.

LEIVA 7 – Prestazione perfetta per il centrocampista. Il brasiliano è stato il pilastro della metà campo arginando sul nascere le trame offensive avversarie. Preziosi i suoi nuemrosi recuperi, così come la calma e la sicurezza che offriva ai compagn quando si alzava palla al piede. Baluardo.

LUIS ALBERTO 6.5 – Se fuori dal campo in questa settimana avrebbe meritato n 4, in campo merita spesso un voto tra i più alti della squadra. Anche oggi ha danzato, questa volta sotto la pioggia. E’ riuscito ad imbastire le sue geometrie anche con vento e diluvio. Il pallone lo ha fatto viaggiare come voleva. Delizioso il suo assist di esterno per Caicedo, seppur non finalizzato.

FARES 6 – Ancora trppo timido sulla fascia l’algerino ex Spal. Non trova mai il guizzo per partire palla al piede sull’out di sinistra. Si fa ammonire ingenuamente alla metà del primo tempo. Sfiora il gol con un bel inserimento e colpo di testa. Deve migliorare. Dal 46′ MARUSIC 6 – Entra e gioca con attenzione, facendo meglio del suo compagno.

CORREA 7 – Dopo l’assist contro la Juventus, El Tucu finalmente entra nel tabellino  dei marccatori. Un sinistro rasoterra in diagonale che passa sotto le gambe di Cordaz al 58esimo. Buoni i suoi fraseggi con Ciro, anche se a volte indugia troppo con i dribbling. Dal 61′ CAICEDO 6 – Ha sul sinistro la palla per lo 0-3, ma uno stop sbagliato gli complica le cose. Fa salire la squadra dando respiro alla retroguardia.

IMMOBILE 7.5 – Torna e si prende la scena. Il nostro King zittisce tutti con la “cazzimma” tipica dei campani. Gol con tuffo d’angelo al 21′; assist al 58′ per Correa. Re Ciro risponde sul campo alle critiche ingiuste e agli attacchi subiti dai media nazionali. Ciro is on fire, per la delusione degli “altri”. Dal 74′ PEREIRA s.v.

INZAGHI 7 – Vince una partita non semplice per via delle condizioni atmosferiche. Giuste le sostituzioni ad inizio ripresa per evitare inutili rischi con un secondo giallo. Bravo a mettere subito Immobile per farlo “sfogare” come piace a lui: con il gol. Ora testa alla Champions League per continuare il sogno.

Marco Corsini

LEGGI LE PAROLE DI TARE SU LUIS ALBERTO


Pubblicità

Articolo copertina

Inzaghi alla Juve: i bianconeri valutano il dopo Pirlo

Pubblicato

il

Lazio inzaghi

Inzaghi alla Juve – Sul taccuino della società bianconera, in vista della prossima stagione, figura anche il nome del tecnico piacentino

Inzaghi alla Juve – Quella che volge al termine è stata una stagione tutt’altro che brillante per il club bianconero. Le ultime due partite potrebbero coincidere con la vittoria della Coppa Italia e l’ingresso in Champions in extremis, eppure la sensazione è che il rinnovo di Andrea Pirlo sia pressoché improbabile. Alla prima esperienza in panchina l’ex centrocampista di Milan e Juve ha saputo mettersi in gioco e, in caso di successo contro l’Atalanta, conquisterebbe il secondo trofeo stagionale dopo la Supercoppa Italiana. In casa bianconera però, al netto di un’idea di rifondazione, le aspettative erano ben altre: pertanto la dirigenza starebbe valutando i nomi dei possibili sostituti per la panchina.

Juventus-Lazio

I NOMI SUL TACCUINO BIANCONERO

Diversi, allo stato attuale, i nomi accostati alla Juve: da un ritorno di Allegri al colpo Zidane, sogno della tifoseria alla luce delle annate vincenti trascorse con la maglia bianconera da giocatore. L’ingaggio del francese rappresenta però uno scoglio non indifferente, ecco perché il profilo di Simone Inzaghi, sempre gradito alla Juve, non sarebbe un’ipotesi così remota. Il tecnico piacentino non ha mai nascosto la propria volontà di rimanere alla Lazio rimandando però il rinnovo del contratto al termine della stagione. Alla fine del campionato di Serie A mancano due partite, ma non è escluso che dietro il temporeggiare di Inzaghi ci possa essere il desiderio di sposare un nuovo progetto. A una settimana dal termine della stagione la palla passa ai bianconeri, che non hanno però ancora formulato un’offerta concreta per il tecnico, il cui nome circola anche all’estero, Premier League in testa. Dopotutto si sa, le vie del calciomercato sono infinite: non resta dunque che attendere ulteriori risvolti.

INFORTUNIO ACERBI 

SEGUICI SU FACEBOOK

Continua a leggere

Articoli più letti