Cataldi

Cataldi ricorda Riyad: “Il mio gol? Ringrazio Milinkovic”

In occasione del primo anniversario della vittoria in Supercoppa contro la Juventus, Cataldi ha ricordato la magica serata di Riyad 

Danilo Cataldi: “C’era molta tranquillità all’interno del gruppo. Ricordo in particolare gli allenamenti che abbiamo svolto a Riyad nei giorni prima della finale. C’era grande serenità nella fase di preparazione del match. All’interno della squadra c’era molta consapevolezza dei propri mezzi. Sapevamo di esserci meritati quell’occasione e di avere le possibilità di vincere la Supercoppa. Di solito prima di una finale c’è sempre un po’ di tensione, ma io ricordo un gruppo molto tranquillo e consapevole. Il mio gol su punizione? Voleva batterla Milinkovic e gli chiesi se potevo calciarla. Sapevo che mancava poco ma non il minuto esatto, in ogni caso era una buona occasione per chiudere la partita. Appena calciai capii immediatamente che la palla sarebbe finita in rete e andai subito a esultare. 

SUPERCOPPA A RIYAD

“Dopo aver vinto la Supercoppa ci sono stati tanti festeggiamenti nel nostro spogliatoio. Dispiace solo non aver potuto festeggiare quella vittoria all’Olimpico come era capitato in occasione degli ultimi trofei vinti. È stato l’unico rimpianto, sotto questo punto di vista abbiamo vissuto una finale diversa a Riyad, ma quando siamo arrivati alle 5 del mattino a Fiumicino sembrava di essere all’Olimpico, c’era tantissima gente. Nella settimana successiva a Formello vennero ancora più tifosi: queste sono state le sorprese più belle dopo aver vinto una coppa lontano da casa”.