Seguici sui Social

Ultime Notizie

Lazio, Ciro Immobile è il Player of the year

Pubblicato

il

Immobile
PUBBLICITA

E’ stato il più votato dai tifosi sui social: Immobile è il giocatore dell’anno in casa biancoceleste


Roma. Il giocatore dell’anno della Lazio è Ciro immobile. Questo l’esito delle votazioni effettuate sui social dai tifosi, che lo hanno così eletto ‘Player of the Year”. Dopo di lui sul podio anche Milinkovic e Luis Alberto. La notizia è stata data attraverso un comunicato della Lazio. Eccolo qui: “Gara dopo gara, i tifosi nell’arco delle 44 gare disputate nell’anno solare 2020 avevano votato sui profili social del club i vari migliori in campo. Quattro calciatori si sono distinti in questi 365 giorni per le prestazioni offerte: Francesco Acerbi, Ciro Immobile, Luis Alberto e Sergej Milinkovic hanno ‘battagliato’ via social per il premio di ‘Player of the Year’ del 2020. Il miglior giocatore dell’anno è stato eletto tramite gli account ufficiali Twitter, Instagram e Facebook. Dall’apertura dei sondaggi, il Mago andaluso, il Sergente, King Ciro e il Leone hanno ottenuto oltre 43mila voti totali. Immobile ha vinto il confronto con i compagni di squadra con il 34% delle preferenze e 14.670 voti pervenuti, davanti a Milinkovic (23%), Luis Alberto (22%) ed Acerbi (21%). King Ciro è il ‘Player of the Year’ del 2020: il modo migliore per chiudere un’annata che per Immobile è stata veramente d’oro!”.


Pubblicità

Ultime Notizie

Fonseca in conferenza: “Abbiamo preparato strategicamente questa partita” (Video)

Pubblicato

il

Fonseca

L’intervento di Fonseca nella conferenza che anticipa il derby della Capitale

Trigoria. Penultima partita da allenatore giallorosso per Paulo Fonseca. Il mister uscente ha parlato oggi, alla vigilia del derby capitolino. Nella conferenza stampa di rito Fonseca è apparso sereno, nonostante tutto il mondo Roma sia già proiettato verso il nuovo allenatore in arrivo, Josè Mourinho. Sulla fine del suo mandato, Fonseca si esprime con grande tranquillità; nessun torto subito, nessun rimpianto, solo orgoglio e soddisfazione nell’aver guidato per un biennio la squadra: “A volte quando un allenatore lascia un incarico c’è un sentimento di ingiustizia, ma io non ho questa sensazione. Provo solo un grande orgoglio nell’essere stato allenatore della Roma, e soprattutto di avere avuto sempre il rispetto di tutti e la simpatia dei tifosi, ciò che conta è solo questo“.

Fonseca: tempo di bilanci

Fonseca fa poi un bilancio del biennio, che ha visto la Roma subire molti gol, 53 solo durante questo campionato. “E’ stata una stagione difficile, con infortuni di giocatori importanti, penso che l’assenza di tanti giocatori forti abbia influito molto. Ad esempio non avere Smalling in tutta la stagione, che è il difensore più esperto, e l’aver giocato spesso con difensori molto giovani è stato decisivo per la nostra prestazione difensiva“.

Sul derby di domani, il mister giallorosso si mostra focalizzato sull’evitare azioni in contropiede da parte della Lazio, in special modo quelle di Ciro Immobile o Luis Alberto: “Abbiamo preparato strategicamente questa partita, in modo che la Lazio non possa replicare in contropiede, perché è lì che sono molto pericolosi , dobbiamo stare attenti a questo”.

Fonseca conclude con una considerazione sulla stracittadina romana e sul carico emotivo che la caratterizza: “Il derby a Roma è una cosa unica, domani non ci saranno i tifosi che sono molto importanti per noi ma vogliamo avere la stessa motivazione che avevamo quando erano presenti; la squadra sta bene nonostante sia reduce dal turno infrasettimanale ed è cosciente dell’importanza di questo match“.

Continua a leggere

Articoli più letti