Seguici sui Social

News

Serie A, operazione rimonta per la Lazio

PUBBLICITA

Pubblicato

il

PUBBLICITA

È una Lazio da rincorsa in Serie A. Dopo un inizio balbettante, culminato con la sconfitta subita all’Olimpico contro l’Udinese, la formazione allenata da Simone Inzaghi è tornata a vincere andando a prendersi i tre punti sul campo del Dino Manuzzi di Cesena contro la neopromossa Spezia. La graduatoria del massimo campionato vede i biancocelesti ancora in ritardo rispetto alle prime posizioni, ma qualcosa sembrerebbe essere cambiato nella mentalità dei giocatori a disposizione del tecnico piacentino. D’altra parte, una Lazio che in Champions League è ancora imbattuta, non può più permettersi di trasformarsi ogni fine settimana nel brutto anatroccolo sinora visto in Serie A. Ecco perché, da questo dato, partirà l’operazione rimonta per Ciro Immobile e compagni. Ma scalare posizioni di classifica non sarà per nulla facile quest’anno, vista l’agguerrita concorrenza che ha lanciato in alto in graduatoria sin dalle prime giornate tante outsider, come Napoli, Milan e Sassuolo, che difficilmente rallenteranno il loro passo nel corso del campionato. Senza dimenticare alcune big, oggi in ritardo rispetto alle battistrada, che a gennaio si rafforzeranno nella finestra di calciomercato invernale per essere più competitive nella seconda parte del calendario. Nel particolare, la Juventus campione d’Italia, secondo i bene informati, sarebbe vicina a riportare a Torino il forte centrocampista francese Paul Pogba, le cui bizzarre acconciature e le mirabolanti giocate in mezzo al campo hanno incantato tutti in Serie A dal 2012 al 2016.

La Lazio, dal canto suo, guarderà con attenzione a quelli che saranno i prossimi movimenti di mercato delle avversarie, provando a rimpinguare le fila di Inzaghi con alcune pedine di esperienza che potrebbero rivelarsi utili nel corso della seconda parte della stagione. Prima della finestra invernale di calciomercato, i biancocelesti dovranno portare a termine l’anno solare che, per quanto riguarda la Serie A, vedrà la formazione capitolina sfidare ancora Napoli e Milan, due tra le più squadre agguerrite e compatte del campionato in corso.

Il Calciomercato della Lazio

A gennaio, dopo la pausa, potremmo ritrovarci una Lazio del tutto diversa in campo. La Champions League ha garantito sinora circa 40 milioni di euro nelle casse della società di Claudio Lotito, liquidità che il sodalizio romano potrebbe utilizzare sia per pagare gli emolumenti ai calciatori che investire per rafforzare la rosa di Inzaghi. Nonostante le smentite, sono tante le trattative in corso che in questo periodo stanno impegnando gli uomini mercato agli ordini del direttore sportivo Igli Tare. Senza dubbio, la formazione biancoceleste ha bisogno di essere registrata con l’inserimento di qualche pedina in più in alcuni reparti chiave, soprattutto se l’avventura in Champions League dovesse, come si spera, continuare. Quest’anno i capitolini, soprattutto in campionato, stanno pagando più di ogni altra squadra il fatto di dover giocare ogni tre giorni in due competizioni impegnative come possono essere il campionato italiano e la coppa continentale più importante. Lottare per arrivare il più lontano possibile in entrambe le competizioni è l’obiettivo che la società ha richiesto ad inizio anno a Simone Inzaghi che, dal canto suo, non ha taciuto la necessità di avere al più presto qualche rinforzo per il prosieguo della stagione.

  LA NOSTRA STORIA - Sergej Milinkovic Savic, il corazziere serbo

Zaccagni alla Lazio?

Ecco che potrebbe venire incontro il giovane Mattia Zaccagni, mediano in forza al Verona, tra i migliori dell’Hellas in questa prima parte del campionato. In nove giornate, il classe 1995 ha messo a segno un gol e quattro assist per i compagni. Uno score non da poco per un centrocampista impiegato dal tecnico Ivan Jurić all’occorrenza anche negli spot di ala e seconda punta. Per Tare non sarà facile portare il giocatore scaligero all’ombra del Cupolone, viste le tante squadre che hanno segnato il nome dell’ex Venezia e Cittadella sul proprio taccuino. La società gialloblù, dal canto suo, ha già fatto capire che il giocatore non si muoverà dalla città dell’Arena per non meno di 20 milioni di euro, cifra che appare essere alla portata della Lazio per la conclusione della trattativa già nel prossimo mese di gennaio. Zaccagni potrebbe essere soltanto il primo nome di una serie di colpi che la dirigenza laziale sembrerebbe essere intenzionata a chiudere nelle prossime settimane. Basterà attendere ancora poco per vedere quale sarà la Lazio che giocherà nel 2021.


Focus

LA NOSTRA STORIA – Aron Winter, un lanciere al servizio della Lazio

Pubblicato

il

l'olandese Aron Winter

Ex calciatore della Lazio nato in Suriname ma naturalizzato olandese. Aron Mohamed Winter nasce a Paramaribo il 1° marzo del 1967. Centrocampista, inizia a giocare fra i dilettanti nel SV Lelystad. Nel 1986 passa all’Ajax. Con la formazione olandese vince per due volte la Coppa d’Olanda, un campionato nazionale, una Coppa delle Coppe e una Coppa UEFA.

Nel 1992, per 5 miliardi di lire, passa alla Lazio. Diventa un elemento importante della squadra biancoceleste guidata prima da Zoff e poi da Zeman. Il tecnico boemo lo schiera nel ruolo di laterale sinistro. Si mette in grande mostra per ordine e geometria unite ad un incessante mobilità. Forte tiratore dalla media distanza segna reti fondamentali per prestigiose vittorie biancocelesti. Gioca con la Lazio per quattro stagioni lasciando un ottimo ricordo tra i sostenitori laziali per serietà e rendimento. Winter ha contribuito alla crescita della squadra che a cavallo del 2000 vinse di tutto in Italia e in Europa.

Nel 1996 passa all’Inter dove resta per tre stagioni, vincendo la Coppa UEFA nel 1998. L’anno successivo fa ritorno in Olanda per giocare nell’Ajax e nello Sparta Rotterdam. Con la Nazionale Olandese ha preso parte a tre edizioni dei Mondiali e a quattro degli Europei, vincendoli nel 1988 in Germania. Dopo aver appeso gli scarpini al chiodo diventa allenatore della squadra giovanile dei lancieri e poi della prima squadra. Nel gennaio 2011 viene assunto come allenatore del Toronto FC, per poi venire esonerato nel 2012. Nel 2014 è alla guida della selezione Under 19 olandese. Dal 2016 è tornato ad allenare la formazione A-1 dei lancieri. A luglio 2017 entra nello staff della prima squadra come vice allenatore.

  LA NOSTRA STORIA - Aron Winter, un lanciere al servizio della Lazio

SEGUICI SU GOOGLE EDICOLA

DIVENTA NOSTRO FOLLOWER ANCHE SU TWITTER

LASCIA UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

Continua a leggere