Seguici sui Social

News

Lazio parte il tour de force in campionato: 4 partite in 11 giorni

PUBBLICITA

Pubblicato

il

Lazio Inzaghi
PUBBLICITA

Lazio parte il tour de force nella Serie A dove, affronterai ben 4 gare in 11 giorni, alcune molti importanti

Lazio parte il tour de force – I biancocelesti si sono appena messi alle spalle la qualificazione Champions che, ha portato via molte energie a livello fisico e mentale ma, non avranno tempo per il riposo perché bisognerà subito concentrarsi in vista delle 4 gare in appena 11 giorni. Già, perché il mese di dicembre, sarà ricco di partite con ben 2 turni infrasettimanali.

TOUR DE FORCE

La Lazio affronterà la prima sfida domani alle ore 20.45 contro il Verona allo stadio Olimpico, poi, dovrà spostarsi in Campania dove, martedì 15 alle ore 20.45 se la vedrà contro il Benevento, la squadra del fratello Pippo Inzaghi. Ma non è tutto, infatti per le ultime due partite prima della sosta, arriveranno ben 2 big match che si giocheranno nel giro di 3 giorni. Domenica 20 nel posticipo serale delle ore 20.45 è prevista la sfida Lazio Napoli, dopo di che, si volerà a Milano per sfidare la capolista Milan mercoledì 23 dicembre alle ore 20.45. Insomma, per gli uomini di Inzaghi non sarà semplice, non potranno riposare neanche un minuto dopo la qualificazione meritata ma, dovranno dare il meglio per risalire la classifica.

  Caso tamponi: udienza rinviata grazie al Bayern Monaco?
4 PARTITE IN 11 GIORNI

Lazio Verona 12 dicembre 20.45

Benevento Lazo 15 dicembre 20.45

Lazio Napoli 20 dicembre 20.45

Milan Lazio 23 dicembre 20.45

Lazio Lotito sull’accordo con Konami: “Ci darà notorietà e visibilità”


News

Lulic chiama Inzaghi: “I big qualche partita potrebbero saltarla…”

Pubblicato

il

Lazio Lulic

Non è piaciuta a nessuno la partita di ieri contro il Bologna. Arriva il mea culpa anche di un senatore biancoceleste: Lulic chiama Inzaghi e invoca cambi di formazione per far rifiatare i giocatori.

Lulic a Sky Sport: “Sicuramente è mancata la reazione anche perché i rigori si possono sbagliare. Oggi siamo andati in difficoltà davanti alla porta e non siamo riusciti a fare gol. Non so se abbiamo digerito la sconfitta con il Bayern ma questa era un’altra partita e se vogliamo rigiocare in Champions il prossimo anno queste cose non devono succedere. Abbiamo preso gol da una rimessa laterale e non può succedere, ma comunque ci sono tante partite ancora in cui possiamo dimostrare che non siamo quelli di stasera. Dopo due sconfitte in pochi giorni qualche domanda dobbiamo farcela, analizzando cosa abbiamo sbagliato per non ripetere questi errori. Il rapporto tra noi è ottimo, anche con i nuovi arrivati. Pereira è un giocatore forte che ha bisogno di tempo, quest’anno non ha giocato molto e mi auguro che riesca a darci una mano perché è bravo. I nuovi se hanno l’occasione danno tutto quando scendono in campo, ma è difficile giocare quando davanti a te hai Milinkovic o Luis Alberto. Penso comunque che ogni tanto anche a loro saltare una partita farebbe bene”.

Continua a leggere