Seguici sui Social

Articolo copertina

VERSO LAZIO BRUGES – Si lavora a Formello con 3 giocatori in dubbio

PUBBLICITA

Pubblicato

il

Lazio Inzaghi
PUBBLICITA

Dopo lo Spezia non ci si ferma in casa Lazio: c’è da preparare subito la sfida al Bruges in Champions League. Si fermano 3 giocatori ma Inzaghi spera nel recupero.

A Formello è andata in scena una seduta di scarico per i giocatori che hanno disputato la gara di ieri con lo Spezia. Inzaghi e lo staff medico devono valutare le condizioni di Caicedo alle prese con un fastidio all’adduttore, Correa con un problema al polpaccio e Patric che ieri si è accomodato in tribuna per un torcicollo. Saranno sicuramente out con il Bruges Muriqi (stiramento) e Lulic (problema alla caviglia operata e comunque fuori dalla lista europea). Domani sarà la giornata decisiva di prove tattiche per capire come Inzaghi disegnerà la squadra per la decisiva partita europea che potrebbe regalare una qualificazione agli ottavi di Champions più che meritata.


Articolo copertina

LAZIO TORINO I tamponi granata negativi non scacciano il rischio rinvio

Pubblicato

il

LAZIO TORINO I tamponi granata negativi non scacciano il rischio rinvio: le ultime.

Lazio Torino, i tamponi granata negativi non scacciano il rischio rinvio. I test sono stati svolti ieri pomeriggio e gli ultimi risultati sono arrivati questa mattina. Un tocco di sereno sul cielo dei piemontesi, dopo quasi una settimana di nubi positive. Per il ritorno alla normalità occorrerà però atttendere il giro di domani. Il bilancio attuale parla di 10 positivi, 8 nella squadra e 2 nello staff. Un numero che sale a quota 16, contando anche i familiari dei contagiati. A preoccupare la Asl è soprattutto il fatto che l’intero gruppo sia positivo alla variante inglese del Covid. Per il momento gli allenamenti in casa granata sono consentiti solo in forma individuale: in caso di tutte negatività anche nei tamponi di domani, si tornerà a lavorare anche in gruppo. La trasferta di martedì contro la Lazio resta dunque a rischio: a tal proposito, l’ultima parola spetterà all’Asl locale, al momento ancora piuttosto perplessa. Da chiarire soprattutto come sarà effettuato il viaggio: il rischio è che possa contribuire a diffondere l’infezione anche tra persone esterne al gruppo squadra.

Continua a leggere