Seguici sui Social

Ultime Notizie

Il figlio di Paparelli: “Basta con le offese verso mio padre, la Roma deve intervenire”

PUBBLICITA

Pubblicato

il

Paparelli
PUBBLICITA

Lo sfogo del figlio di Vincenzo Paparelli, stufo delle invettive ancora rivolte verso suo padre “I morti vanno lasciati in pace

Gabriele Paparelli, figlio di Vincenzo, il tifoso laziale ucciso da un razzo lanciato in curva all’Olimpico nel 1979, ha lanciato oggi un appello. La sua è una voce carica di rabbia e tristezza. Dopo 40 anni infatti, ancora si leggono striscioni e si ascoltano cori contro suo padre, specie durante il derby. E dopo la vittoria della Lazio di venerdì scorso, che ha battuto la Roma per 3-0, sono comparsi di nuovo degli insulti sui social rivolti a Vincenzo Paparelli. Il figlio Gabriele, esasperato, ha lanciato una forte dichiarazione ai microfoni di Radio Incontro Olympia: “Non ne posso più, adesso basta, ho il sangue che mi ribolle. Voglio vivere la morte di mio padre in pace con la mia famiglia. Ero felicissimo dopo il successo di venerdì, poi però mi sono imbattuto nell’ennesima scritta infamante verso mio padre. Ho tanta rabbia e delusione dentro, sono ormai 40 anni che giro con una bomboletta spray in macchina per cancellare ogni tipo di scritta sui muri della città contro mio padre. Ho querelato migliaia di persone, provvedimenti che però non hanno portato risultati; a questo punto gradirei che sia la Roma ad intervenire, che mi invitasse a parlare o che faccia un comunicato ufficiale. Non ne posso più, non tollererò altro, sono arrabbiato e deluso. I morti vanno lasciati in pace”.


Ultime Notizie

Juventus-Lazio, Inzaghi: “Dobbiamo fare una partita perfetta”

Pubblicato

il

Simone Inzaghi allenatore della Lazio in conferenza stampa

Le parole del mister biancoceleste durante la conferenza stampa pre-partita

Formello. Simone Inzaghi ha rilasciato una serie di dichiarazioni durante la consueta conferenza stampa tenutasi alla vigilia del match contro la Juventus. Il mister è cosciente del valore dell’avversaria, e proprio per questo appare grintoso e carico , deciso a fare una “partita perfetta”. “La Juve gioca un ottimo calcio, è molto ben allenata. La conosciamo, sono anni che facciamo sfide e finali. La partita di domani viene nel momento giusto, ci sono defezioni da ambo le parti. Sarà decisiva per la classifica, arriva dopo un ko inaspettato a Bologna, dobbiamo tenerle testa”. Reduce da due pesanti sconfitte contro il Bayern e contro il Bologna, la squadra non deve però perdersi d’animo: “Non voglio che gli episodi negativi ci condizionino. Abbiamo perso terreno, ma penso che questa pausa contro il Torino ci è servita, soprattutto per analizzare le nostre mancanze. Sugli schieramenti Inzaghi mantiene ancora il riserbo: “Abbiamo provato varie alternative in questi giorni, deciderò domani con molta tranquillità“. Parole di incoraggiamento anche per Ciro Immobile, amareggiato del mancato rigore contro il Bologna: “Si sentiva in colpa, ma succede a tutti, anche ai più grandi. Da domani tornerà al meglio“.

Continua a leggere