Seguici sui Social

Ultime Notizie

PUBBLICITA

Delio Rossi: “Inter-Lazio partita decisiva più per i nerazzurri”

Avatar

Pubblicato

il

Delio Rossi

L’intervista telefonica all’ex allenatore biancoceleste Delio Rossi ai microfoni di C’mon Lazio

Il Mister Delio Rossi è intervenuto ai microfoni di C’mon Lazio, all’interno della web radio “Non è la radio“. Rossi ha subito ricordato i bei tempi trascorsi nella capitale. “Mi manca sicuramente la parentesi con la Lazio, ma abitando ancora vicino al centro sportivo di Formello e avendo molti amici laziali continuo a seguirla anche se da lontano. Il mister arrivò ad allenare la Lazio in un periodo molto complesso, facendo però un ottimo lavoro. “Penso di aver fatto discretamente, era un periodo molto particolare, i tifosi erano abituati alla Lazio di Cragnotti, c’erano i giocatori migliori del mondo, poi di colpo c’è stata questa situazione nuova, ci siamo trovati a dover cominciare da capo con giocatori sconosciuti, un presidente nuovo e tante incognite. Lavorando, e con l’aiuto di un pò di fortuna e tanta capacità siamo riusciti a ricompattare l’ambiente. Serviva solo il lavoro nel campo, nn ci sono altre medicine“.

Delio Rossi su Inter-Lazio

Delio Rossi ha dichiarato che il match di domenica sarà più decisivo per l’Inter che per la Lazio. “Per come è la situazione e visto che l’Inter già l’anno scorso non ha vinto nulla ed è fuori dalla Coppa Italia e dalla Champions League, deve puntare a vincere il campionato o sarà un fallimento. La Lazio invece non ha questa pressione, farebbe un bell’exploit se rientrasse tra le prime 4, ma l’Inter non può arrivare seconda. Quindi per i nerazzurri è una gara decisiva, giocando in casa con la Lazio sentiranno sicuramente più pressione addosso“.

Il ricordo della vittoria in Coppa Italia

Con Delio Rossi la Lazio vinse la Coppa Italia contro la Sampdoria nel 2009, grazie anche al rigore finale di Dabo. A tal proposito il mister racconta un’anneddoto: “A molti giocatori piace tirare i rigori, sia in gara che in allenamento, si divertono a fare scommesse tra loro. Solo Dabo non voleva mai tirarli, in nessuna circostanza. Non pensavo che saremmo arrivati a tirare rigori ad oltranza. Alla fine dovetti chiedergli di provare anche lui, e che se avesse sbagliato non avrebbe avuto importanza, mi sarei preso io la colpa. Lui tirò e segnò il gol decisivo per la vittoria. Alla domanda su quale schieramento tattico presenterebbe a San Siro domenica il mister no ha alcuna esitazione: “Non ho gli elementi che ha Simone, che allena la squadra ogni giorno, mi fido lui che ha tutti i parametri di giudizio necessari.”


Pubblicità

Ultime Notizie

Lazio verso Marienfeld con un gruppo un pò meno ‘large’

Lazio verso Marienfeld, ma Sarri non avrà tutti i 30 di Auronzo: ecco la lista degli epurati

Avatar

Pubblicato

il

lazio meppen
<

Lazio verso Marienfeld, ma non con l’intera comitiva di Auronzo. I promossi e i bocciati di Sarri.

Lazio verso Marienfeld, il secondo tempo del ritiro estivo biancoceleste sta per cominciare. Dopo i 18 giorni passati ad Auronzo, per altri 5, dal 2 al 7 agosto, Sarri & co. saranno di scena nella cittadina tedesca Il primo atto avrà luogo oggi pomeriggio a Formello, con il raduno del gruppo al completo. E si registreranno già i primi segnali di quelle che potrebbero essere le scelte in vista del prossimo campionato: l’elenco dei partecipanti riporterà infatti dei cambiamenti rispetto a quello relativo alla spedizione nel Cadore. Qualche nome sarà aggiunto, mentre qualche altro sarà costretto a restare a casa.

Tra le ‘novità’ sicuramente i nazionali: su tutti, gli ‘azzurri’ freschi campioni d’Europa Immobile e Acerbi. Insieme a loro anche Correa, anch’egli reduce dalla vittoria della Coppa America con la sua Argentina. Sulla sua presenza effettiva permane tuttavia più di qualche dubbio: insistenti infatti le voci che lo vorrebbero in procinto di emigrare altrove, pare proprio per sua esplicita richiesta. Dovesse decidere di marcare visita, il Tucu non sarebbe l’unico ad essere depennato dalla lista. Pari sorte toccherà infatti, in primis ai baby aggregati Bertini e Shehu, che si uniranno al ritiro della Primavera a Celleno. Dove si trova già da qualche giorno il classe 2005 Troise. Resteranno invece con i big Romero e Moro, in evidenza sotto le Tre Cime di Lavaredo.

Tra i possibili ‘epurati’ anche Durmisi, Maistro e Andrè Anderson. Questione di mercato: tutti e tre sono infatti destinati a lasciare la Capitale. Il danese in particolare, che ha preso parte sin dall’inizio ai lavori per la nuova stagione. Sarri però non sembra ritenerlo elemento di primo piano, tanto che lo ha spesso relegato a lavorare a parte nel campo attiguo allo Zandegiacomo. Il suo ruolo al momento è più che coperto. Il classe ’94 ha dovuto spesso giocarsi un posto in squadra con Fares, altro esubero in cerca di una nuova sistemazione.

LE ULTIME DI TARE SUL CALCIOMERCATO

Continua a leggere

Ultime Notizie

Tifosi allo Stadio arriva la beffa : “Capienza ridotta al 30%”

Tifosi allo stadio, arriva la beffa. Dopo l’obbligo del green pass ridotta anche la capacità

Avatar

Pubblicato

il

D42D3D52 CD7E 4D75 A839 43A44BF70D74
<

Tifosi allo stadio, arriva la beffa. Dopo l’obbligo del green pass ridotta anche la capacità

Tifosi allo stadio, arriva la beffa. Dopo il decreto legge che aveva approvato l’aumento della capacità al 50% spunta una nota che sfavorisce tutte le big (tranne la Juventus). La nota in questione chiarisce che per gli spettatori è prevista la norma della distanza interpersonale di 1 metro. Nota che nessun stadio in Serie A per conformazione dei seggiolini rispetta, tranne appunto la Juventus con l’Allianz Stadium.

riaprire gli stadi

CALCIOMERCATO LAZIO, ARRIVANO I SOLDI DALLA UEFA

Continua a leggere

Ultime Notizie

Peruzzi lascia la Lazio, oggi la rescissione del contratto

Peruzzi lascia la Lazio, il club manager oggi rescinderà il contratto

Avatar

Pubblicato

il

37FA8276 61D8 4EBF B8EE 26B5390A5254
<

Peruzzi lascia la Lazio, il club manager oggi rescinderà il contratto

Peruzzi lascia la Lazio, l’ex portiere e attuale club manager siglerà la documentazione di Calveri e rescinderà quindi il suo contratto che lo legava fino al 2023. Una spaccatura insanabile. Peruzzi avrebbe chiesto piena autonomia nel suo settore di competenza, ma da Lotito nessuna risposta a riguardo. Neanche Sarri che lo aveva sentito telefonicamente pare aver convinto Peruzzi a rimanere.

Peruzzi Lotito

LAZIO-FLAMINIO, NOVITA’ DAL COMUNE

Continua a leggere

Articoli più letti