Seguici sui Social

Primo Piano

PUBBLICITA

TORINO LAZIO PAGELLE – Altra partita scialba dei biancocelesti: Immobile salva la faccia

Torino Lazio pagelle: i biancocelesti non trovano ancora la vittoria. Il derby si avvicina, c’è bisogno di una reazione

Avatar

Pubblicato

il

Immobile

Torino Lazio pagelle: altra partita senza arte e né parte della squadra biancoceleste. Nessun tiro in porta e soliti errori difensivi.

LAZIO (4-3-3)

Reina 7 – Se la Lazio rimane in partita lo deve al suo portiere autore di una prodezza su tiro di Pjaca e una bella parata nel primo tempo su colpo di testa di Sanabria. Nulla può sul gol del Torino.

Marusic 5,5 –  Cercano di sfondare dalla sua parte, nella maggior parte dei casi tiene botta ma si becca un’ammonizione molto ingenua. Sarri decide di cambiarlo. Al 60′ Lazzari 4,5 – Duole dirlo ma ha sbagliato tutto quello che si poteva sbagliare. Sul gol fuori posizione e in perenne sofferenza e in balia degli avversari.

Luiz Felipe 5,5 – Lui come il suo compagno di reparto Acerbi non danno ancora le giuste sicurezze: c’è molto da lavorare sui movimenti difensivi.

Acerbi 5,5 – Non è l’Acerbi che vogliamo: si fa anticipare costantemente e nel primo tempo ha fatto saltare indisturbato Sanabria che poteva punire la Lazio. Reina per fortuna chiude la porta.

Hysaj 5 – L’azione del gol parte dalla sua posizione con una palla che poteva facilmente scaricare e invece perde ingenuamente e la difesa si trova presa in contropiede.

Akpa Akpro 5,5 – Cambiano gli interpreti ma non il risultato. Con tutto il rispetto per il giocatore non può essere un titolare in questa squadra. Al 78′ Muriqi 6 – Ha il merito di procurarsi il rigore decisivo per la Lazio: la voglia di mettersi a disposizione non è mancata.

Cataldi 6 -Non ritrova la prodezza come avvenuto con il Cagliari ma fa il su compito senza alti ne bassi. Partita diligente. Al 70′ Leiva s.v.

Luis Alberto 5,5 – Mai nel vivo dell’azione sembra che il mago non riesca a trovare la sua posizione in campo. Poco ispirato. Al 45′ Milinkovic 5,5 – Ci aspettavamo una scossa e invece entra e la musica non cambia

Raul Moro 5,5 – Prova il dribbling a superare gli avversari ma stasera gli riesce poco o nulla. Il ragazzo però si farà perché dotato di buoni colpi. Al 45′ Pedro – 5,5 – Inizio pimpante e una palla purtroppo sbagliata per Immobile che poteva mandarlo in porta. Si spegne alla distanza.

Immobile 6,5 – Ciro non ha mai mollato nonostante predichi nel deserto: troppo isolato con questo modulo non è mai supportato. Ha il merito di trasformare un rigore pesantissimo che regala un pareggio insperato alla squadra.

Felipe Anderson 5,5 – Partita impalpabile: da lui ci si aspetta il cambio passo e palloni giocabili per la punta ma così non è stato.

All. Martuscello 5 – In panchina al posto di Sarri si danna l’anima a incitare la squadra chiedendo al centrocampo di salire per non schiacciare troppo la difesa ma i giocatori non rispondono. La scossa non c’è stata, la Lazio continua a faticare a trovare azione da gol. Domenica c’è il derby: ci si aspetta una reazione caratteriale se non si arriva con il gioco.

AKPA AKPRO E LE MAXI CIFRE NEL BILANCIO: ARRIVA IL CHIARIMENTO DELLA LAZIO 


Primo Piano

Chi è Romano Floriani Mussolini, il giovane dal cognome difficile convocato per Verona Lazio

Romano Floriani Mussolini, chi è il giovane convocato per Verona Lazio

Avatar

Pubblicato

il

6276436 1905 romano floriani mussolini lazio convocazione sarri
<

Romano Floriani Mussolini, chi è il giovane convocato per Verona Lazio

Romano Floriani Mussolini, il giovane talento della Lazio dal cognome difficile. Nasce a Roma il 27 Gennaio 2003 e passa dalle giovanili della Roma a quelle della Lazio, nel mezzo una esperienza in prestito alla Vigor Perconti. Floriani è un giocatore molto duttile e nella primavera del club ha ricoperto 3 ruoli : terzino destro, difensore centrale e centrocampista destro. Alto 1 metro e 88 cm è legato alla Lazio fino al 2024. Porta dietro le spalle un cognome difficile, ma che non lo lega alla storia passata. Figlio dell’ex parlamentare europea Alessandra Mussolini e Mauro Floriani è pronto al debutto con i grandi.

floriani mussolini

MALAGO’ CONTRO BERNABE’

Continua a leggere

Primo Piano

Bernabè si difende dalle accuse, la lettera del falconiere

Bernabè si difende dalle accuse, l’ex falconiere della Lazio scrive una lettera

Avatar

Pubblicato

il

methode times prod web bin 9e28144a 31d4 11ec 820f e2be9b2cb5fd
<

Bernabè si difende dalle accuse, l’ex falconiere della Lazio scrive una lettera

Bernabè si difende dalle accuse. L’ormai ex falconiere della Lazio dopo esser stato licenziato per un saluto romano dopo Lazio Inter ha scritto una lettera poi pubblicata dal portale Adnkronos : “Sono dispiaciuto per quello che è successo, in Spagna il gesto fascista si fa con il braccio teso in una linea retta. In Italia a quanto pare è anche così, dandosi una pacca sul petto. Io sono una persona assolutamente di destra, del partito Vox in Spagna come pure tanti amici calciatori, ma non di idea fascista, non è proprio nella mia mentalità. Sono un uomo che ha girato il mondo, che fa business in tutto il mondo e che ha rapporti con persone di tutte le razze. È stato un gesto dettato dall’impulso festeggiando il finale di una partita. Un saluto militare, mai fascista. Tuttavia va bene, queste cose fanno parte della vita, ci sono momenti brutti e belli. E questo per me è un momento brutto“.

lazio bernabè

CALENDARIO LAZIO : LA RABBIA DI SARRI

Continua a leggere

Primo Piano

Tamponi Lazio, la rabbia della Figc

Tamponi Lazio, la rabbia della Figc : “Pena incongrua”, faremo ricorso

Avatar

Pubblicato

il

Gabriele Gravina 1
<

Tamponi Lazio, la rabbia della Figc : “Pena incongrua”, faremo ricorso

Tamponi Lazio, la condanna punisce Lotito, ma secondo la Figc la pena è incongrua : “C’è sconcerto per l’irrogazione di sanzioni incongrue e prive di afflittività a fronte di violazioni gravi dei protocolli anti-Covid consumate in uno dei periodi più difficili di pandemia nel nostro Paese“. Ma non è tutto, la Figc starebbe pensando ad un possibile ricorso al collegio di garanzia.

Gravina

IL GESTACCIO DI KOLAROV : MULTATO

Continua a leggere

Articoli più letti