LAZIO Il quarto posto è lì: dalla classifica un sorriso nel buio

lazio il quarto posto e li

LAZIO Il quarto posto è lì: guardando alla classifica, la situazione dei biancocelesti non è così catastrofica come sembra.

LAZIO Il quarto posto è lì. Se Atene piange, Sparta non ride, come si suol dire. Se la Lazio a Verona incassa la terza sconfitta del suo campionato, davanti non si comportano certo come Usain Bolt. La classifica, almeno sul fronte della zona Europa, è di fatto cortissima, con ben sei squadre nell’arco di soli 4 punti. A tenere in bilico la situazione – e vive le speranze della banda Sarri – i posticipi domenicali, Napoli-Roma e Inter-Juventus. Due pareggi ricchi di emozioni, ma che non smuovono più di tanto il cammino delle contendenti. A guidare questo nutrito gruppo con vista sulla Champions sono i nerazzurri, terzi a quota 18. A seguire i giallorossi, staccati di 2 lunghezze. E tallonati, solo un punto più sotto, da un trio che comprende, oltre ai bianconeri, l’Atalanta e la Fiorentina. A chiudere la Lazio, in ottava piazza con 14 sigilli.

Nulla è perduto quindi per i biancocelesti. Che già tra quarantotto ore avranno una ghiotta occasione per risalire la china. La sfida diretta ai viola di Italiano, in programma mercoledì sera all’Olimpico. Un’opportunità da non fallire per nessuna ragione: perchè l’effetto lumachina, ne siamo certi, non durerà in eterno. Per non vedere sfumati prima del tempo gli obiettivi, c’è quindi una sola cosa da fare: ritirare fuori le ali e riprendere il volo, per possibilmente non interromperlo più. A tale scopo, tutte le speranze del popolo biancoceleste nel ritiro: servirà a dare contezza a Sarri di alcune scelte a dir poco cervellotiche, ma soprattutto a restituire ai giocatori quella spensieratezza che ne ha fatto la fortuna negli ultimi tempi? Qualche ora di attesa e lo scopriremo.