LAZIO INTER Inzaghi non teme l’accoglienza dei tifosi biancocelesti

inzaghi inter

LAZIO INTER Inzaghi, tecnico dei nerazzurri, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match. Tra i temi trattati, anche il trattamento che potrebbero riservargli i tifosi biancocelesti alla sua prima da avversario all’Olimpico.

LAZIO INTER Inzaghi ritorna a casa. Per il tecnico quello contro la sua ex squadra sarà il primo di una lunga serie di impegni: “Cercheremo di farci trovare pronti – assicura – i pochi ragazzi che avevo hanno lavorato bene. I nazionali sono tornati in condizioni abbastanza buone e ora aspettiamo i sudamericani“. Tanti elogi per l’avversario: “Sarri ha fatto delle buone partite, come il derby. E’ molto bravo a organizzare le squadre. Dispone di un gruppo ben costruito e di ottima qualità. Nell’ultimo impegno hanno perso, quindi avranno tanta voglia di far bene“.

Qualche dubbio invece per quanto riguarda la formazione: “Non avremo Sanchez e Vidal e nemmeno Sensi, speriamo di poterli recuperare per la gara di martedì in Champions. Correa, Lautaro e Vecino? Capirò le loro condizioni non appena ci parlerò. Per fortuna le alternative le abbiamo, dovremo stringere i denti“. Sull’atteggiamento da contrapporre alla Lazio: “Dovremo essere puliti e utilizzare una buona tecnica. Come altre squadre che abbiamo incontrato, anche la Lazio ci presserà. Dovremo stare molto attenti sia in fase di possesso che di non possesso“.

Indubbiamente non sarà una partita qualunque: “Torno in quella che per 22 anni è stata casa mia. Sarà una grandissima emozione, perchè rivedrò i ragazzi che mi hanno dato tutto e le persone dietro le quinte, che con me sono sempre state speciali. Per non parlare dei tifosi, importantissimi, con cui ho condiviso gioie e sofferenze e raggiunto grandissimi traguardi. Domani qualcuno mi applaudirà e qualcun altro mi fischierà. Lo accetterò, perchè loro sanno che per quei colori ho sempre dato tutto“. All’Olimpico ritroverà anche Lotito e Tare: “Sono stati molto importanti per la mia carriera. Li ringrazierò sempre per avermi fatto allenare la Lazio e ottenere grandi risultati con una buona integrazione“.