calciomercato lazio su caputo

Lazio su Caputo se salta Joao Pedro

Lazio su Caputo se salta Joao Pedro. Le ultime sulla ricerca del vice Immobile

Lazio su Caputo se salta Joao Pedro. Le ultime sulla ricerca del vice Immobile.

Lazio su Caputo. Secondo quanto rivela il Corriere, sarebbe il barese, attualmente alla Samp, l’ultimo nome segnato da Tare sul suo taccuino. Il ds, in vista della sessione di gennaio, dovrà per prima cosa fornire al bomber una degna alternativa. Quest’ultimo infatti mai come quest’anno sta dimostrando di non poter giocare tutte le partite. Le sue prestazioni, tutto cuore e sostanza, e l’età che avanza (a febbraio compirà 32 anni) stanno iniziando a farsi sentire sul suo fisico. Risultato, soste ai box sempre più frequenti, l’ultima domenica a Genova, la terza in poche settimane. E Maurizio Sarri si sta scervellando non poco per sostituirlo, anche se finora le soluzioni trovate (Muriqi, Pedro falso nueve ecc.) non è che abbiano portato grossi frutti. L’ultima speranza è dunque affidata al mercato. Cessione del kosovaro permettendo.

Nomi negli ultimi giorni ne sono rimbalzati parecchi: primo fra tutti Botheim, 21enne del Bodo e rivelazione dell’Europa League (dove ha castigato per ben 3 volte la Roma). Legato ai norvegesi fino a fine anno, il suo cartellino si aggira sui 5 milioni. La Lazio lo avrebbe sondato lo scorso mese riuscendo a strappare un’opzione. In alternativa, il sogno si chiama Joao Pedro. Le prestazioni (e i gol) con cui sta trascinando il Cagliari alla salvezza lo pongono infatti nei primi posti della lista dei desiderata. Difficile tuttavia che i sardi se ne privino in un momento tanto delicato della stagione. Senza dimenticare il costo, circa 20 milioni, forse troppi per una sessione invernale dove soldi in genere ne girano pochini. Per questo, nelle ultime ore è spuntata la candidatura di Caputo.

Un profilo non più giovanissimo (è un classe ’87) ma che conosce il nostro campionato e soprattutto può arrivare senza incidere sulle casse societarie. Magari con la formula del prestito secco fino a fine stagione. Arrivato quest’estate in blucerchiato, non ha finora ripetuto l’exploit di Sassuolo: appena 14 le presenze collezionate, con 3 gol all’attivo. Potrebbe dunque essere allettato da una prospettiva di rilancio in un grande club come la Lazio. L’unico dubbio riguarda le condizioni fisiche, al momento non al top. Lo staff dovrebbe dunque mettersi sotto per rigenerarlo quanto prima, visto il poco tempo a disposizione. Vedremo insomma come la Lazio si muoverà: a gennaio mancano ancora diversi giorni e tutto può ancora succedere.

RUGANI LAZIO, PARLA L’AGENTE