Mourinho messo sotto inchiesta dalla Procura FIGC: nel mirino le parole su Marcenaro e Di Bello

SULLO STESSO ARGOMENTO

José Mourinho sotto inchiesta dalla Procura FIGC per le sue parole contro gli arbitri Marcenaro e Di Bello

José Mourinho, allenatore della Roma, è stato messo sotto inchiesta dalla Procura Federale della FIGC come riportato da Fanpage a seguito delle sue dichiarazioni riguardanti gli arbitri Marcenaro e Di Bello. Le parole di Mourinho hanno suscitato forte disapprovazione da parte della Federcalcio, che ha aperto un procedimento per valutare eventuali dichiarazioni lesive nei confronti degli arbitri designati per la partita tra Sassuolo e Roma.

PUBBLICITA

Le dichiarazioni incriminate sono state rilasciate da Mourinho durante una conferenza stampa in cui ha criticato aspramente gli arbitri designati per la partita tra Sassuolo e Roma. Le sue parole hanno sollevato polemiche e hanno portato alla decisione della Procura Federale della FIGC di avviare un’indagine per valutare se siano effettivamente lesive nei confronti degli arbitri.

Il procuratore federale della FIGC, Giuseppe Chiné, ha preso tempestivamente provvedimenti aprendo un’inchiesta sulla questione. Se le dichiarazioni di Mourinho verranno ritenute lesive nei confronti degli arbitri, potrebbero seguirsi provvedimenti disciplinari che vanno da una multa a una squalifica, secondo quanto stabilito dall’articolo 23 del Codice di Giustizia Sportiva della FIGC. La Roma potrebbe essere anch’essa soggetta a sanzioni, considerata responsabile delle dichiarazioni del suo allenatore.

 

Leggi anche

Lazio News

Classifica

Ultima Partita

Prossima Partita