CONFERENZA – Inzaghi: “Juve favorita, serve coraggio”. Poi sul futuro di Keita…

Simone Inzaghi allenatore della Lazio in conferenza stampa

L’allenatore biancoceleste, Simone Inzaghi, alla vigilia della finale di Supercoppa tra Juventus e Lazio, è intervenuto in conferenza stampa.

Di seguito riportiamo le parole di mister Inzaghi.

Come arrivate a questa finale?

“Arriviamo bene perché abbiamo fatto un buonissimo precampionato. Abbiamo lavorato dal 4 luglio sapendo che avevamo la Supercoppa come prima partita. Abbiamo provato tante cose e ci siamo preparati bene per domani”.

E’ la quinta volta che affronta la Juve da allenatore. Cosa si porta dietro delle scorse partite e quali errori non commettere?

“Siamo sfortunati con loro. Sappiamo che incontriamo la squadra migliore d’Italia che ha vinto gli ultimi 6 scudetti. Servirà la gara perfetta che finora non abbiamo mai fatto contro di loro. Anche in finale di Coppa Italia abbiamo giocato bene ma potevamo fare di più. Sarebbe potuto cambiare qualcosa col palo di Keita ma abbiamo perso meritatamente”.

Out Felipe Anderson?

“Ha fatto un’ottima preparazione ma poi si è fatto male col Leverkusen. Sarà difficile vederlo in campo domani, lui sta facendo il possibile per tornare disponibile e valuteremo dopo la rifinitura”.

Marusic e Leiva?

“Marusic è pronto. E’ un ragazzo sveglio che sta imparando l’italiano velocemente. Ho qualche dubbio tra Basta e Marusic perché entrambi meritano di giocare, domani deciderò. Lucas si è inserito al meglio: dopo 15 giorni chiamava già i compagni per nome. E’ un leader e ci darà grandi soddisfazioni”.

Questa Lazio la soddisfa?

“Per costruire grandi squadre bisogna dare continuità al gruppo tenendo i giocatori migliori per aprire un ciclo. La società sta cercando di soddisfarmi. Con Biglia la società e io abbiamo provato a trattenerlo in tutti i modi ma lui aveva già fatto la sua scelta a fine campionato scorso. Sono soddisfatto di chi è arrivato. Quest’anno avremo più partite quindi avremo bisogno di più giocatori perché dovremo essere pronti ogni 3 giorni”.

La Lazio ha perso Biglia e la Juve Bonucci, quanto cambiano le due squadre?

“Già a inizio estate avevamo individuato Leiva come sostituto di Biglia e mi dà ampie garanzie. Anche Luis Alberto mi ha dato delle garanzie nel precampionato e poi c’è Di Gennaro. Bonucci lo stimo come uomo e come giocatore, ma Allegri ha Benatia e Rugani al suo posto, quindi cambia poco”.

Keita?

“Sapete tutti la situazione. Ci sono delle voci… Io osservo tutto, so cosa vogliono i miei ragazzi. Ora mancano due allenamenti. Io voglio una squadra al 100%, se Keita mi darà il 100% giocherà se no giocherà qualcun altro”.

Juve favorita? Quante chance ha la Lazio di sovvertire il pronostico?

“I numeri parlano chiaro, noi abbiamo una tradizione sfavorevole con loro come la maggior parte delle squadre. Servirà una partita coraggiosa, le partite secche possono riservare qualsiasi risultato. Dovremo essere squadra e lottare su ogni pallone. Noi siamo orgogliosi di giocarci questa finale che ci siamo meritati sul campo, molti non ci sono”.

Fabrizio Piepoli

 

SEGUI LA NOSTRA NUOVA PAGINA FACEBOOK

SEGUI IL NOSTRO PROFILO TWITTER

Inline
Inline