Bender: “Mai avuto paura di non farcela”

I giocatori tedeschi si sono avvicinati alla partita sicuri di poter passare il turno. Davanti ai propri tifosi sono scesi sul terreno di gioco certi delle proprie possibilità e carichi nel modo giusto, nell’arco dei 90 minuti hanno dominato tenendo sempre in mano il pallino del gioco, approfittando dell’inesperienza e dei timori dei giovani calciatori biancocelesti. L’esperienza internazionale di alcuni elementi ha fatto la differenza in campo. Ai microfoni della Federcalcio Tedesca è intervenuto il capitano della squadra teutonica, Lars Bender.

Avete mai avuto paura di non farcela?
“L’anno scorso abbiamo disputato un grande campionato e la nostra intenzione è quella di ripeterci. Non abbiamo mai avuto il timore di non farcela, neanche prima della partita, nei giorni scorsi abbiamo detto spesso di essere sicuri delle nostre possibilità”.

Cosa ha fatto la differenza ieri sera:
“Credo sia stato un successo meritato, abbiamo disputato un buon incontro. Volevamo giocare come fatto a Roma, dove non avevamo demeritato. E’ andata come volevamo, siamo riusciti a passare in vantaggio al termine del primo tempo e a trovare subito il raddoppio al ritorno in campo, a quel punto la partita era già in discesa, poi il doppio giallo di Mauricio ci ha facilitato ancora di più il compito”.

Quinto preliminare su cinque passati dal Bayer, stavolta a farne le spese è stata la Lazio:
“I biancocelesti sono un’ottima squadra, hanno saputo metterci in difficoltà, ieri sera avevamo un solo risultato da ottenere, siamo scesi in campo molto motivati e siamo riusciti a centrarlo. Per noi è stata come una finale ed è stato importante vincerla”.

Ora, finalmente, i gironi di Champions:
“Disputare una competizione così importante è uno stimolo in più per tutti, possiamo solo trarne benefici, però bisogna giocare ogni incontro come abbiamo fatto ieri sera”.

Lazio che fino alla rete che ha indirizzato l’incontro aveva avuto anche occasioni per segnare ma alla lunga vi siete dimostrati più in forma:
“L’anno scorso abbiamo lavorato molto per essere qui. In campo eravamo certi di noi stessi, abbiamo rischiato qualche cosa ma giocando bene abbiamo ottenuto ciò che volevamo. L’abbiamo preparata puntando sul fisico, più la partita scorreva e più prendevamo consapevolezza di riuscire a farcela”.

Da non perdere

Iscriviti alla Newsletter

Per le ultime notizie sulla Lazio iscriviti alla newsletter. E' GRATIS