Seguici sui Social

Focus

PAGELLE CHIEVO LAZIO – Lulic inguardabile, si salvano solo Parolo e Keita

Pubblicato

in



Pubblicità

LAZIO 

Berisha 5,5 – Subisce quattro  gol senza colpe particolari. Va detto però che non effettua mai una parata degna di nota.

Basta 5,5 – Anche lui inceppa nella serataccia di Verona. Viene sostituito nell’intervallo. Dal 46′ Patric 6 – Prima gara per questo giovane spagnolo che si fa notare per qualche cross di buona fattura.

de Vrij 5 – Ancora una gara sfortunata per l’olandese che sul primo gol è troppo distante dal compagno di squadra Gentiletti. Anche sul secondo appare un po’ in ritardo coi riflessi anche se l’assist di Meggiorini è fantastico.

Gentiletti 5,5 – Anche lui come il compagno di squadra non gioca una gran partita anche se in diverse circostanze salva i suoi alla meno peggio.

Radu 5 – Ancora impacciato, il rumeno è in un periodo di forma lontano dai tempi migliori.

Parolo 6 – E’ l’unico a provarci con due colpi di testa durante la seconda frazione di gioco. Convocato dal CT Conte per le gare della nazionale.

Cataldi 5 – Preferito a Onazi, il giovane romano non riesce mai ad entrare in partita.

Lulic 4,5 – Il peggiore. Falloso, impreciso, arruffone.  Lulic non è ancora al top e forse gli farebbe bene un periodo di panchina. Dal 46′ Morrison 6 – Un tempo per fare minutaggio.

Candreva 5,5 – Nei primi minuti di gioco quella palla davanti alla porta doveva buttarla dentro. Un errore che poi si è rivelato pesantissimo. Dal 59′ Felipe Anderson 5 – Continua il suo momento no.

Keita 6 – Inizia bene e ci mette tanto impegno. Poi dopo il primo gol di Paloschi, si perde anche lui.

Kishna 5 – Schierato titolare al posto di Anderson non disputa una grande gara.

All. Pioli 5 – C’è da capire se questo risultato sia colpa degli interpreti in campo, della sfortuna o del mister. Certo che, perdere contro il Chievo per 4-0 non è una cosa molto normale per una società come la Lazio.

 

CHIEVO

Bizzarri 7 – Impegnato solo nei primi minuti del primo tempo e sul colpo di testa di Parolo effettuato nella ripresa.

Frey 6,5 – Puntuale in tutte le chiusure difensive su Candreva, Keita e Kishna.

Gamberini 6,5 – Con tutta la sua esperienza riesce a contenere gli attacchi, sterili, della squadra romana.

Cesar 6,5 – Tosto e arcigno quanto basta, la sua fase difensiva è pressocchè perfetta.

Gobbi 6,5 – Agisce sulla sinistra con disinvoltura e senso della posizione.

Birsa 6,5 – Inizia bene per poi perdersi un po’. Ma con quella magica punizione che regala il 3-0 al Chievo, anche la sua prestazione è da giudicare come positiva. Secondo gol in questo inizio di stagione. Dal 80′ Pepe s.v.

Hetemaj 6,5 – Solito giocatore di rottura, in mezzo al campo vince tutti i contrasti.

Rigoni 6,5 – In sostituzione di Radovanovic, la sua gara è pressocchè perfetta. Dal 73′ Cacciaotre 6 – Venti minuti per difendere il risultato.

Castro 6 – Agisce sulla fascia accompagnando la manovra offensiva con delle brucianti ripartenze. L’ex Catania voluto fortemente da Maran, non delude alla prima in casa.

Meggiorini. 7,5 – Un gol e un assist meraviglioso per questo giocatore dotato di un grande tasso tecnico. Dal 89′ M’poku s.v.

Paloschi 8 – Il migliore. Il bomber del Chievo realizza una fantastica doppietta che regala ai suoi tifosi una notte indimenticabile.

All. Maran 7 – Preferisce inserire nell’undici titolare Meggiorini a M’poku e la scelta si conferma azzeccata. Annienta la Lazio, come già fece col Catania, con un 4-0 che non lascia dubbi o commenti del caso.

 

Arbitro: Di Bello 6 – Gara facile da arbitrare. Da evidenziare giusto lo sbaglio nella ripresa sul gol annullato a Paloschi che invece era regolare.

 

TABELLINO
CHIEVO VERONA-LAZIO 4-0

Chievo Verona (4-4-2): Bizzarri; Frey, Gamberini, Cesar, Gobbi; Birsa (dal 81′ Pepe), Hetemaj, Rigoni (dal 73′ Cacciaotre), Castro; Meggorini (dal 89′ Mpoku), Paloschi. A disp: Bressan, Seculin, Dainelli, Sardo, Mattiello, Christiansen, Damian, Pellissier, Inglese. All. Rolando Maran

Lazio (4-3-3): Berisha; Basta (dal 46′ Patric), de Vrij, Hoedt, Radu; Parolo, Cataldi, Lulic (dal 46′ Lulic); Candreva (dal 59′ Candreva), Keita, Kishna. A disp: Guerrieri, Konko, Mauricio, Gentiletti, Braafheid, Oikonomidis, Onazi, Milinkovic-Savic, Mauri. All. Stefano Pioli

Arbitro: Marco Di Bello della sezione di Brindisi

Marcatori: 12′ Meggiorini (C), 30′ Paloschi (C), 45′ Birsa (C), 68′ Paloschi (C)

Ammoniti: 73′ Cataldi (L)

Davide Sperati

 

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità