Pioli: “Lazio non pronta per giocare a questi livelli. Spero in un’Europa League da protagonisti”

Ai microfoni di Mediaset, Stefano Pioli commenta la dura sconfitta della BayArena che ha chiuso alla Lazio le porte della Champions League: “Stasera è andata così perché il Bayer è stato più bravo di noi. Abbiamo commesso troppi errori, pur avendo tenuto la gara in equilibrio fino alla fine del primo tempo. L’intensità dei tedeschi è stata però superiore sotto tutti gli aspetti.

OBIETTIVI FUTURI – Prosegue Pioli: “La gara di stasera è stata la dimostrazione che non siamo ancora pronti per questo livello, ma sarà sempre una stagione da vivere su tre fronti con l’Europa League che spero potremo vivere da protagonisti. Ci dobbiamo riprendere immediatamente e sono sicuro che lo faremo. Quattro eliminazioni di italiane ai preliminari di Champions negli ultimi cinque anni rappresentano un dato negativo, dicono che c’è un livello di calcio in Europa al quale non siamo più preparati. Il nostro percorso è ancora all’inizio, per puntare a tornare ad alti livelli sarà necessario affrontare queste sfide in maniera diversa.

LA TATTICA – Alle accuse di eccessiva prudenza, Pioli risponde: “Ci hanno impedito di esprimerci con la loro pressione, volevamo provare a fare un altro tipo di partita. Purtroppo abbiamo preso un gol in un momento delicatissimo, ma fino all’espulsione di Mauricio la squadra ha continuato a crederci, perché sapevamo che sarebbe bastato un pallone giusto per tornare in partita. Ci siamo ritrovati ad essere remissivi, ma non per scelta.” Sui primi due gol dei tedeschi il tecnico commenta: “Abbiamo commesso errori che a questi livelli si pagano molto cari. Eravamo in situazione di parità numerica, ma dovevamo mostrare più attenzione. Queste sbavature ci hanno impedito di restare davvero in partita fino alla fine.

Da non perdere

Iscriviti alla Newsletter

Per le ultime notizie sulla Lazio iscriviti alla newsletter. E' GRATIS