Inzaghi e Manoni in coro: “Volevamo iniziare bene, ora testa al Palermo”

La Lazio primavera non fallisce il debutto in campionato e cala questo magnifico poker in trasferta contro il Pescara.
Non nascondono la loro gioia i protagonisti della gara, compresi Mister Inzaghi e il centrocampista classe ’97 Francesco Manoni che hanno mostrato tutta la loro soddisfazione ai microfoni di Lazio Style Radio 89.3. Inizia il tecnico biancoceleste:

INZAGHI – “E’ stata una buona gara, inizialmente eravamo un po’ contratti, poi ci siamo sciolti. Sono contento dei nuovi che si stanno inserendo bene e dei vecchi che ci danno una grossa mano. L’anno scorso avevamo Silvagni che giocava in più ruoli, quest’anno c’è Manoni che mette tutto in campo, è un jolly, si rivelerà molto utile. Buona partita di Verkaj e Rokavec, ma sono contento per tutti, sono più che soddisfatto. Obiettivo centrato, volevamo partire col piede giusto. Il Palermo? Tutte le partite fanno storia a sé, oggi non era semplice, l’abbiamo interpretata bene”.

E’ stata poi la volta del “nuovo jolly” biancoceleste:

MANONI – “Iniziare bene è importante, abbiamo lavorato tanto e vogliamo raggiungere gli stessi obiettivi dello scorso anno. Sono un giocatore che si adatta facilmente, do tutto per la squadra. L’importante è fare gruppo e arrivare agli obiettivi preposti a inizio stagione. Tocca a noi essere d’esempio per i più piccoli, ma l’ambiente è già coeso quindi la vedo bene. Il palo? Mi ha fatto rosicare tanto, mi ha detto male. E’ andata bene però. Era la prima partita per tutti eravamo contratti, timorosi, poi ci siamo sciolti e abbiamo messo il nostro gioco in campo. La concorrenza mi stimola, ogni ruolo è fondamentale per far bene, io sono sempre pronto. Il Palermo? Sappiamo già dall’anno scorso che si tratta di una squadra forte, sarà una bella partita”.

Da non perdere

Iscriviti alla Newsletter

Per le ultime notizie sulla Lazio iscriviti alla newsletter. E' GRATIS