Pioli: “E’ ora di guardarci negli occhi e iniziare a lavorare sodo”

Stefano Pioli è amareggiato dopo il brutto ko contro il napoli. Ai microfoni di Mediaset Premium ha risposto così alle domande del giornalista: “Non credo sia mancanza di personalità, non siamo questi. E’ una brutta sconfitta troppo pesante. Sicurmanete dobbiamo fare meglio“. Poi prosegue: “Non abbiamo lottato, abbiamo sbagliato troppe cose concedendo troppo agli avversari. Non ha funzionato nulla questa sera“. Pesano le assenze di molti big in questa Lazio: “È dall’inizio dell’anno che abbiamo assenze importanti ed è sicuramente un problema. Però Giovedi abbiamo fatto bene e dovevamo ripetere questa prestazione ma siamo stati troppo lunghi questa sera“. Contraccolpo Champions ancora di digerire: “Inevitabile che la champions abbia dato un brutto contraccolpo. Però nelle ultime due gare abbiamo giocato bene. Ripeto oggi abbiamo fatto un grande passo indietro. Dobbiamo guardarci negli occhi e lavorare duramente“.

Mister Pioli a Lazio Style Radio ha confermato quanto sia stato umiliante questo pesante ko: “Non abbiamo giocato da squadra. Abbiamo fatto una prestazione insufficiente, che non meritiamo. Abbiamo subito troppi gol ma ora dobbiamo lavorare e dare un segnale di ripresa“. E’ una Lazio che si fa mettere sotto troppo facilmete dagli avversari: “Purtroppo le prestazione e i risultati ci stanno dicendo che non lottiamo che non riusciamo a fare quello che sappiamo fare. Non siamo la vera Lazio. E’ ora di reagire. Dobbiamo dimostrare di essere professionisti e fare prestazioni di alto livello”. Si torna in campo subito e mercoledì c’è il Genoa all’Olimpico: “Meglio che si giochi subito anche se non basta una partita per riscattare questa prestazione. Serve più compattezza e giocare da squadra. Cosa che abbiamo fatto nelle ultime due partite. Ora è un momento delicato“.

Pioli a Sky

Al termine dell’incontro è intervenuto ai microfoni di Sky Stefano Pioli. Questo il suo commento sulla partita.

Dopo i 4 gol di Verona altri 5 dal Napoli, partite simili:

“Si abbiamo giocato male, non siamo mai entrati in partita. Non abbiamo giocato da squadra, non siamo stati compatti e arrivavamo sempre secondi sul pallone permettendo al Napoli di fare i loro comodi. Non possiamo essere questi e dobbiamo farci molte domande. Non sono queste le partite che dobbiamo fare, dobbiamo lavorare molto e ripartire”.

La peggiore Lazio della sua gestione:

“Direi di si, abbiamo fatto molto fatica, il Napoli è stato superiore in tutti i reparti. Negli utimi due incontri avevamo fatto bene e meritavamo la vittoria ma stasera non siamo stati all’altezza. A parte i primi dieci minuti siamo stati in balia del Napoli che ci è stato superiore in tutti i reparti”.

Anderson ancora fuori:

“Stasera è inutile parlare dei singoli. La squadra ha sbagliato completamente l’approccio alla partita. Noi giochiamo sempre con intensità ed è più facile possa arrivare l’errore del singolo, oggi però non ci è riuscito niente. Le assenze non possono essere un alibi, dobbiamo giocare meglio a prescindere da chi manca. Bisogna stare più attenti nel leggere la partita, quando bisogna ricompattarsi bisogna farlo tutti assieme”.

Quali sono stati gli errori commessi:

“E’ evidente che non abbiamo preparato bene la partita durante la settimana, avevo visto i ragazzi stanchi e sapendo che il Napoli gioca e pressa molto al centro ho preferito cambiare qualche elemento. Ripeto, dobbiamo lavorare e crescere per dimostrare che non è questa la vera Lazio.

Da non perdere

Iscriviti alla Newsletter

Per le ultime notizie sulla Lazio iscriviti alla newsletter. E' GRATIS