Seguici sui Social

Focus

SERIE A – Le big alzano il tetto ingaggi, ma la Lazio lo abbassa. De Rossi il più pagato

Avatar

Pubblicato

il

PUBBLICITA



Un interessante articolo, a firma della Gazzetta dello Sport, evidenzia come si sia alzato il tetto ingaggi delle 20 squadre di Serie A. Si è passati dagli 849 mln dalla passata stagione agli 882 mln di quest’anno. Un incremento non indifferente di 33 mln. Merito soprattutto delle big d’Italia: Juventus 124 mln (+6 mln rispetto allo scorso campionato), Roma 113 mln (+15 mln), Milan 101 mln (+7 mln), Inter 94 mln (+24 mln), Napoli 74 mln (+4 mln). Controcorrente, invece, la Lazio che ha abbassato il monte ingaggi passando dai 55 mln dello scorso campionato ai 52 di quest’anno, merito di una massiccia operazione di sfoltimento. La squadra col tetto ingaggi più basso è il neopromosso Frosinone con 8 mln, cui giocatore più “ricco” è Longo che percepisce 300mila euro.

Per quanto riguarda i giocatori, la palma del più pagato la vince anche quest’anno con i suoi 6,5 mln netti a stagione. Segue il bomber del Napoli Higuain fermo a 5,5 mln e il baby gioiello juventuno Pogba che percepisce 4,5 mln. Per quanto riguarda la Lazio il giocatore più retribuito resta Klose (2 mln) seguito dall’ultimo arrivato Matri (1,5 mln) e da Biglia (1,4 mln), non considerando però i bonus. Di seguito la lista completa pubblicata dalla Gazzetta dello Sport:

Ingaggi serie A


Focus

ACCADDE OGGI Il derby di Di Canio con l’esultanza sotto la Curva Sud (VIDEO)

Avatar

Pubblicato

il


PUBBLICITA

15 gennaio 1989 –  Campionato Italiano di calcio Serie A 1988/89 – Quel gol di Di Canio e i festeggiamenti sotto la Sud.

Di Canio come Chinaglia

Correva l’anno 1989, 15 gennaio. Un pomeriggio in cui la città di Roma ‘chiuse’ per derby. Stadio Olimpico, Lazio contro Roma, Materazzi contro Liedholm. Una partita che sulla carta non aveva storia per la supremazia giallorossa. Invece accadde l’impensabile. Una Lazio guerriera e cinica, nonostante le assenze di Martina, Sclosa, Gregucci e Gutierrez. L’inserimento del ventenne Di Canio, prodotto del vivaio biancoceleste. Sarà lui a fare la storia di quel derby ed entrare nella storia della Lazio.

Minuto 25, apoteosi Di Canio

Una Roma irriconoscibile soffre il pressing alto ed estenuante della lazio. Al minuto 25 ecco il vantaggio della Lazio. Di Canio trafigge Tancredi con una botta di destro. Poi, come Chinaglia, la corsa sotto la Sud, il dito alzato e la rabbia dei tifosi romanisti. Un’immagine che resterà nella storia dei derby capitolini. Di seguito il video di quel leggendario gol. Sofferenza finale con la Traversa di Voeller, ma anche un palo laziale. Fischio finale e la Lazio, dopo 10 anni, torna a vincere il derby capitolino.

LAZIO: Fiori, Monti, Beruatto, Pin, Marino, Piscedda, Dezotti (90′ Greco), Icardi, Di Canio, Acerbis, Sosa (87′ Muro). A disp. Bastianelli, Di Loreto, Rizzolo. All. Materazzi.

ROMA: Tancredi, Tempestilli, Nela, Massaro, E.Oddi (82′ Gerolin), Collovati, Renato (46′ Conti), Desideri, Voller, Giannini, Policano. A disp. Peruzzi, Andrade, Rizzitelli. All. Liedholm.

LASCIA UN LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

DIVENTA NOSTRO FOLLOWER ANCHE SU TWITTER

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Novcom Agenzia

Articoli più letti