Seguici sui Social

News

Lotito, missione a Baku anche per lo sponsor

Pubblicato

in



Pubblicità

Missione a Baku per Claudio Lotito. Il presidente biancoceleste si trova in queste ore nella capitale dell’Azerbaijan, ufficialmente per seguire come consigliere federale la Nazionale, che sabato sera affronterà qui la Selezione del paese asiatico nella penultima gara di qualificazione a Euro 2016. Ma non solo: secondo quanto rivela ‘Cittaceleste’, il numero uno ne approfitterà anche per riallacciare le trattative con il presidente della democrazia azera Aliyev per la sponsorizzazione del club. Grande appassionato di calcio, tanto da usarlo per promuovere il turismo nel suo paese, quest’ultimo tentò un primo contatto con la società capitolina tra il 2012 e il 2013. Tutto si risolse però con un nulla di fatto e allora Aliyev puntò dritto il mirino verso Madrid, riuscendo in breve tempo a raggiungere un accordo con l’Atletico. Intesa di cui hanno beneficiato enormemente entrambe le parti, visto che da un lato nelle casse dei Colchoneros sono entrati qualcosa come 12 milioni di euro e dall’altro i successi ottenuti in questi anni dal team Simeone hanno donato all’Azerbaijan una grande visibilità a livello internazionale.

Chissà dunque che ora i tempi non siano maturi per formalizzare una partnership anche con la Lazio. Che a questo progetto lavora da parecchio tempo, esattamente da inizio 2015, salvo poi mettervi una brusca frenata a fine agosto, quando i preliminari di Champions imposero a tutti la massima concentrazione per portare a casa una qualificazione alla massima competizione continentale importantissima, direi quasi imprescindibile dal punto di vista economico per la sponsorizzazione. Ora però che quell’obiettivo è, come noto, sfumato, Lotito dovrà reimpostare le trattative su altre cifre, decisamente più basse. E qui sta l’essenza: perché, se da una parte il presidente ha dichiarato più volte di non voler svendere il marchio, dall’altro è evidente come le perdite stiano diventando ogni giorno sempre più cospicue e che sia dunque necessario, ora più che mai, porvi un robusto e deciso freno. Chissà dunque che il volo non abbia portato al numero uno adeguato consiglio su come mettere fine allo ‘scempio’ e cucire qualcosa alla seta.

Continua a leggere
Pubblicità