Seguici sui Social

News

Cerci: “Vittoria importante su un campo difficile. Sono rinato”

Pubblicato

in

Lo stemma del Milan


Alessio è stato uno dei migliori in campo nel match tra Lazio e Milan. Una perenne spina nel fianco sulla fascia sinistra laziale. Sembra essere tornato quel giocatore dirompente ammirato a Torino, ed ora sta riconquistando fiducia e posto da titolare. Intervistato da Sky ha lasciato queste dichiarazioni “Oggi è stata una vittoria fondamentale. Abbiamo preparato molto bene la gara e l’abbiamo affrontata in maniera perfetta. Vincere qui non è facile, ma è stata un’ottima prestazione che ci permette di tornare nelle zone di classifica che ci spettano. Un altro Cerci? Si è vero, ma l’importante è la ripresa della squadra. Il calcio è così, la fiducia è tutto. I fischi con le prestazioni e l’impegno si tramutano in applausi, sto lavorando anche per questo”.

Al termine della gara ai microfoni di Mediaset Premium è intervenuto Alessio Cerci. Queste le sue parole.

L’allenatore ti ha sempre difeso ma finalmente stai dimostrando tutto il tuo valore: “Ho passato un momento difficile ma  la voglia di vincere e lo spirito di sacrificio mi hanno aiutato a superare quel brutto periodo”.

State attraversando uno splendido periodo di forma: “Ora non vogliamo fermarci. Dobbiamo continuare in questo modo per dare continuità ai risultati. Tutti si aspettano qualcosa in più, siamo il Milan”.

Che partita è stata oggi? “Volevamo fare bene, veniamo da un periodo positivo. Eravamo sicuri di poter vincere. Abbiamo giocato da squadra, tutti ci siamo aiutati, è stata una grande vittoria”.

Le parole di Luca Antonelli in Mixed Zone: “Eravamo consapevoli che sarebbe stata una partita difficilissima, la Lazio in casa aveva sempre vinto. La squadra biancoceleste secondo il mio parere ha gli esterni più forti del campionato, stati bravi a non farli giocare e abbiamo fatto una grandissima partita. Non guardiamo troppo avanti, pensiamo ad una partita per volta, ora testa all’Atalanta”.

 

 

News

Riapertura stadi – Gravina: “1000 persone sono poche”

Pubblicato

in



Riapertura stadi – Per le prossime partite di Serie A, saranno 1000 gli spettatori che potranno recarsi presso gli impianti sportivi

Riapertura stadi – In questo senso, nella giornata di oggi si è espresso il Presidente della Figc Gabriele Gravina: “C’è un’esigenza generale del nostro Paese, quella di tornare alla normalità. Vogliamo tutti riprendere la cadenza della nostra vita in tutti i settori. È necessario tornare a coltivare le nostre passioni. Non c’è nulla ancora di graduale, 1000 spettatori sono pochi, ma è comunque importante ripartire, anche in B e C. Il calcio ha dimostrato grande responsabilità e con i comportamenti ha anche dimostrato di meritare fiducia. Vogliamo riaprire gli stadi a più gente. Durante alcune amichevoli estive si sono fatti passi avanti. La gradualità deve essere proporzionale, altrimenti ci sarebbero tanti problemi, anche nelle serie minori. Il rispetto del distanziamento sociale è fondamentale. Il protocollo sui tamponi? Penso che il Cts ci darà ragione, mi auguro che in settimana la situazione possa sbloccarsi e si possa allentare la presa”. Così Gravina ai microfoni di Radio Anch’io Sport.

Continua a leggere

Articoli più letti

Come disattivare il blocco della pubblicita per Cronache della Campania?