Seguici sui Social

News

Diego Abatantuono teme la Lazio: “Attento Milan, loro sono più forti di noi”

Pubblicato

in



Questa sera Lazio e Milan chiuderanno con questo big match la domenica calcistica (in attesa che l’11°giornata  del campionato di Serie A si concluda con i posticipi di domani). Molti saranno gli occhi puntati su questa grande sfida di questa sera (sfida che ha regalato sempre grandi emozioni ambo le parti), anche perché chi vince mostrerà la sua seria candidatura a lottare per le posizioni alte della classifica. Tra coloro che attendono con impazienza (e un pizzico di preoccupazione) la sfida di questa sera non poteva esserci che lui Diego Abatantuono. Ecco le parole del celebre attore italiano e  noto tifoso rossonero ai microfoni de La Gazzetta dello Sport:

Credo in Mihajlovic al 100%. A inizio stagione è stato onesto nel dire che la squadra non era fatta da fenomeni. Ha ragione, i risultati non sono colpa sua, ma del materiale che ha a disposizione”. Non nasconde la sua preoccupazione per la sfida di questa sera allo Stadio Olimpico: “Non sono così ottimistaHo visto giocare la Lazio, è decisamente meglio di noi“. E’ anche vero che la speranza è l’ultima a morire: “Poi è anche vero che se l’Inter ha vinto tutte le prime cinque partite del campionato in quel modo, allora lo possiamo fare anche noi. Secondo me sono i favoriti per lo scudetto. Giocando così male sono là in alto, figuriamoci quando inizieranno a far bene sul serio. Dietro di loro vedo Roma e Napoli”.  

News

Riapertura stadi – Gravina: “1000 persone sono poche”

Pubblicato

in



Riapertura stadi – Per le prossime partite di Serie A, saranno 1000 gli spettatori che potranno recarsi presso gli impianti sportivi

Riapertura stadi – In questo senso, nella giornata di oggi si è espresso il Presidente della Figc Gabriele Gravina: “C’è un’esigenza generale del nostro Paese, quella di tornare alla normalità. Vogliamo tutti riprendere la cadenza della nostra vita in tutti i settori. È necessario tornare a coltivare le nostre passioni. Non c’è nulla ancora di graduale, 1000 spettatori sono pochi, ma è comunque importante ripartire, anche in B e C. Il calcio ha dimostrato grande responsabilità e con i comportamenti ha anche dimostrato di meritare fiducia. Vogliamo riaprire gli stadi a più gente. Durante alcune amichevoli estive si sono fatti passi avanti. La gradualità deve essere proporzionale, altrimenti ci sarebbero tanti problemi, anche nelle serie minori. Il rispetto del distanziamento sociale è fondamentale. Il protocollo sui tamponi? Penso che il Cts ci darà ragione, mi auguro che in settimana la situazione possa sbloccarsi e si possa allentare la presa”. Così Gravina ai microfoni di Radio Anch’io Sport.

Continua a leggere

Articoli più letti

Come disattivare il blocco della pubblicita per Cronache della Campania?