Seguici sui Social

News

Lazio-Palermo: precedenti e statistiche

Pubblicato

in



Dopo la sosta per le Nazionali, torna in campo la serie A. Turno casalingo per la Lazio, che, reduce dal ko nel derby, terzo consecutivo e sesto stagionale, ospita all’Olimpico il Palermo dell’ex Ballardini, subentrato di fresco a Iachini. Ritorno al passato dunque per il tecnico ravvenate, ma anche per Stefano Pioli, che ritrova il club allenato per pochi mesi nell’estate 2011 e che lo esonerò dopo l’eliminazione dall’Europa League ad opera del Thun. L’allenatore parmense proverà dunque a prendersi la rivincita, approfittando di numeri decisamente favorevoli per la sua Lazio.

Che ha affrontato 62 volte i rosanero tra serie A e B, collezionando 25 vittorie, 18 pareggi e 19 sconfitte. 24 invece i precedenti disputati nella Capitale, con un bilancio di 16 vittorie biancocelesti, 3 siciliane e 5 pareggi, oltre a 70 gol segnati, di cui 52 capitolini e 18 ospiti. Da segnalare che, negli ultimi 8 incroci in campionato, Biglia e soci hanno perso una sola volta, avendo la meglio in 5 occasioni. 5 come anche le volte in cui i rosanero non sono riusciti a bucare la rete avversaria.

3 invece le sfide dirette tra Pioli e Ballardini, che finora si sono sempre divisi la posta in palio. Il parmense ha incrociato 12 volte il Palermo, uscendo vincitore 5 volte e perdente 3, mentre in 4 occasioni ha portato a casa un pareggio. 8 invece le sfide del ravvennate alla Lazio, con un bilancio di 3 vittorie, 2 pareggi e 3 sconfitte, curiosamente tutte all’Olimpico. L’ultimo successo risale al 2013, 3-2 con il Chievo grazie alla rete decisiva di Marco Rigoni. L’ultima affermazione biancoceleste è invece del maggio 2014, ultima di campionato con gol partita di Biglia. In quella stagione ci fu un avvicendamento tra i due allenatori, con gli emiliani che alla fine retrocessero in B.

Tra gli uomini gol, massima attenzione a Djordjevic, Candreva e Matri, che hanno segnato 3 reti ai siciliani in carriera. Tre come i giocatori che hanno punito 2 volte i rosanero in carriera: Parolo, Mauri e Klose. 1 gol invece per Konko, mentre contro i siciliani Basta Keita hanno fatto il loro esordio, rispettivamente in serie A (con la maglia del Lecce) e con la Primavera di Bollini.  In casa rosanero, invece, occhio a Gilardino, che ha segnato ai biancocelesti 7 in 25 sfide dirette, e a Maresca, autore di 2 sigilli.

News

CALCIOMERCATO LAZIO Mustafi, Hoedt e Queirós: la situazione in difesa

Pubblicato

in

CALCIOMERCATO LAZIO Mustafi


CALCIOMERCATO LAZIO Mustafi, Hoedt e Queirós, tanti nomi per la difesa, ma chi arriverà?

CALCIOMERCATO LAZIO Mustafi, Hoedt e Queirós – In casa Lazio continua la caccia al difensore, quel reparto è ancora scoperto nonostante il campionato biancoceleste inizi sabato. L’avvio non sarà dei migliori, infatti la squadra di Inzaghi dovrà affrontare sabato il Cagliari e poi giocherà nel turno infrasettimanale di recupero contro l’Atalanta, dopo di ché, rigiocherà domenica contro l’Inter, tutto questo con solo 3 difensori: Acerbi, Radu, Patric più il giovane Armini. Per questo urge il difensore, la Lazio non può permettersi di ripetere gli errori commessi in tutti questi anni. Bastos è in uscita, Wallace non fa parte del progetto, Luiz Felipe è fermo ai box e Vavro soffre di pubalgi; tutti questi fattori impongono scelte obbligate, perciò Inzaghi chiede un difensore a gran voce.

I NOMI

Si è parlato di un ritorno da parte dell’olandese Hoedt, la Lazio sembrerebbe aver trovato l’accordo per un prestito oneroso a un milione con diritto di riscatto fissato a 7, ma l’affare non è ancora concluso. Anche Mustafi sembrerebbe vicino, l’Arsenal avrebbe dato il via libera per trattare con il difensore tedesco che chiede un ingaggio sui 3 milioni, la Lazio però, è pronta a offrirne 2 più eventuali bonus. Avanza la candidatura del gioiellino portoghese Queirós, 21 anni, capitano dell’under 21 portoghese, di proprietà del Porto che si priverebbe di lui per una cifra intorno ai 10 milioni, accetterebbe anche un prestito con obbligo di riscatto, la Lazio offrirebbe al momento 8 milioni di riscatto. Il ragazzo è stato proposto da Mendes.

Sono tanti i nomi in casa biancoceleste, ma al momento nessun difensore si è visto dalle parti di Formello, Inzaghi freme e scalpita, Fares non è stato annunciato e potrebbe non disputare la prima giornata a causa della mancata partenza di Bastos, entro il 5 ottobre la Lazio dovrà trovare un difensore per non scontentare mister e tifosi.

Continua a leggere

Articoli più letti