Seguici sui Social

News

Miro o Filip: una maglia per due

Pubblicato

in



Domani alle ore 15 allo stadio Olimpico di Roma andrà in scena la partita più attesa della stagione, la partita che vale una stagione: il Derby della Capitale, Roma-Lazio. La stracittadina è una di quelle gare che può cambiare il volto di un’intera annata calcistica, in un senso o nell’altro: una vittoria ti può portare in paradiso, ma una sconfitta può farti scendere inesorabilmente verso l’inferno. Le due squadre arrivano a questa partita in maniera diametralmente opposta: la Roma, reduce dalla bella vittoria di Champions contro il Bayer Leverkusen è pronta a confermarsi e a riprendersi il primo posto in campionato, Inter e Fiorentina permettendo; la Lazio, nonostante la buona vittoria esterna sul campo del Rosenborg in Europa League, è reduce da due sconfitte consecutive in campionato, l’ultima delle quali con il Milan ha lasciato il segno sul morale di squadra e tifosi. La Roma è sicura delle proprie capacità, la Lazio è arrabbiata. Trasformare questa rabbia in qualcosa di positivo è il compito di mister Stefano Pioli. I due allenatori hanno tenuto coperte le ultime prove tattiche e per quanto concerne le formazioni c’è più di qualche dubbio. Uno su tutti in casa Lazio: chi sarà l’attaccante centrale, il terminale offensivo dei biancocelesti? Una maglia per due. Miroslav Klose, la leggenda, il kaiser biancoceleste, l’immortale tedesco capocannoniere della storia dei Mondiali di calcio. O Filip Djordjevic, il serbo ex Nantes che porta in dote la spaventosa media di un gol ogni 155 minuti, 13 gol in 34 presenze con l’aquila sul petto. A inizio settimana le scelte sembravano chiare: Klose era certo di una maglia, nonostante la prova più che opaca nella partita contro il Milan; il derby, come tutti i big match, sono roba sua. Ma la trasferta di Europa League sembra aver scombinato i piani di Pioli: con la doppietta al Rosenborg Djordjevic si è prepotentemente candidato a partire dal primo minuto. Dalla sua il serbo ha anche l’effetto cabala: con lui in campo dall’inizio la Lazio ha sempre vinto in questa stagione, 4 vittorie in altrettante presenze dal primo minuto. Matri sembra non avere chance, il ballottaggio è ridotto a Miro e Filip.

Pioli ha una bella gatta da pelare, ma sarà sicuramente felice di avere un problema del genere.

Giulio Piras

Continua a leggere
Pubblicità

News

LAZIO Escalante – Conferenza di presentazione: “Voglio farmi valere”

Pubblicato

in

Lazio Escalante


LAZIO Escalante – Questo pomeriggio, il classe ’93 argentino è stato presentato in conferenza stampa a Formello

LAZIO Escalante: “Mi fa piacere far parte di questo gruppo, per me è un sogno. Sono pronto per iniziare questa stagione. Mi piace giocare davanti alla difesa, questo mi rende felice. Sto cercando di fare le cose semplici in attesa di avere una chance. Domani esordiremo in campionato. Idoli? In Argentina si vede molto calcio, mi ricordo di Almeyda, Scaloni, Crespo, Veron. Stare qui è una grande soddisfazione, ora aspetto un’opportunità per giocare. Quando ho saputo che i biancocelesti mi volevano, ho detto al mio agente che volevo trasferirmi a Roma. Sono veramente felice della scelta fatta. Il calcio italiano è diverso rispetto alla Liga. Penso di essere cambiato rispetto all’esperienza di Catania, sono maturato e mi affido al mister. Sarà difficile superare la concorrenza di giocatori come Luis Alberto, Leiva e Milinkovic, ma mi allenerò al meglio per ritagliarmi il mio spazio”.

Continua a leggere

Articoli più letti