Seguici sui Social

Arabic AR Chinese (Simplified) ZH-CN English EN Italian IT Russian RU Spanish ES

News

Vinicius: “A Zurigo sto trovando continuità, sto crescendo”

Pubblicato

in



Due estati fa era approdato alla Lazio senza troppo clamore ma con ottime referenze; non riuscendo però a trovare spazio nella squadra di Pioli era stato mandato in prestito a Perugia, ma dopo una stagione anonima era stato rispedito dalle parti di Formello, per essere nuovamente ceduto in prestito, questa volta in Svizzera, allo Zurigo allenato da Sami Hyypia. Vinicius de Freitas Ribeiro, terzino sinistro brasiliano classe ’93, è stato contattato dalla redazione di LaLazioSiamoNoi, alla quale ha raccontato la sua nuova esperienza svizzera. Dopo un avvio stentato, la stagione del fluidificante carioca sembra aver definitivamente spiccato il volo: “Adesso sto bene, finalmente sto trovando la continuità che cercavo. Voglio confermarmi partita dopo partita, sto crescendo molto. All’inizio non ero al 100%, ecco perché non giocavo. Lo staff tecnico mi ha fatto un programma di allenamento personalizzato per recuperare la forma. In estate non ho svolto il ritiro perché ero in nazionale, inoltre ero reduce da un infortunio rimediato col Perugia”. Una scelta anomala quella di andare a giocare in Svizzera, in un campionato molto diverso dalla nostra Serie A: “Lo Zurigo mi ha voluto fortemente e io avevo bisogno di giocare con continuità. Il calcio svizzero è molto fisico, un po’ come in Italia. Ma qui si cura di meno la parte tattica”. Sami Hyypia è stato un grande difensore, può essere importante nella crescita del brasiliano: “Il mio rapporto con il mister è molto buono. Parla spesso con me, mi dice sempre come posso migliorare, guardiamo insieme i video delle partite per analizzare gli errori commessi. Grazie a lui sto crescendo molto sia tatticamente che fisicamente. In questa stagione ho fatto tre assist, spero che anche il gol arrivi presto”. Dopo una partenza difficile lo Zurigo sembra essersi ripreso, nonostante la batosta rimediata domenica: “Pensiamo partita dopo partita, abbiamo bisogno di fare punti per stare sereni. Il 12 dicembre giocheremo i quarti di Coppa, è una gara molto importante. Vogliamo arrivare lontano in questa competizione”. Infine riguardo i vecchi compagni della Lazio: “Felipe Anderson è un mio grande amico, ma è da un po’ che non lo sento. Quest’anno non siamo nemmeno andati in Nazionale insieme e quindi non ci siamo visti. Spero stia bene e che possa continuare ad aiutare la Lazio“.

Continua a leggere
Pubblicità

Focus

LA NOSTRA STORIA Silvio Piola, il più grande in assoluto

Pubblicato

in

Silvio Piola leggendario bomber della Lazio e della Nazionale


A Robbio, un piccolo paese immerso nelle risaie pavesi, il 29 settembre del 1913 nasceva Silvio Piola. Da molti considerato il calciatore italiano più forte di tutti i tempi. Una leggenda del nostro calcio. In oltre ventiquattro anni di carriera con Pro Vercelli, Lazio, Torino, Juventus e Novara, ha realizzato 274 reti in Serie A. Un primato che dura dal 7 febbraio 1954.

Silvio Piola è ancora oggi il capocannoniere storico in Serie A della Pro Vercelli (51 reti), della Lazio (143) e del Novara (70). In Nazionale ha dato il meglio di sé portando gli azzurri di Vittorio Pozzo alla vittoria nel Campionato del Mondo di calcio di Francia del 1938. Segnò cinque reti in quattro partite, tra cui la doppietta in finale contro l’Ungheria. Figura al terzo posto tra i marcatori azzurri di sempre con 30 reti (dietro a Riva e Meazza). Il tutto soltanto in 34 partite in azzurro, con una media gol di 0,88 reti a partita.

Nel 1954 si è ritirato dal calcio giocato. Dopo un’esperienza come allenatore a Cagliari in B e a Piacenza, nel 1957, entrò in Federazione come talent scout e allenatore dei giovani. Ruolo che ricoprì fino al 1976 quando andò in pensione. Affetto dal morbo di Alzheimer morì il 3 ottobre 1996 pochi giorni dopo il suo ottantatreesimo compleanno.

SEGUICI ANCHE SU TWITTER

METTI MI PIACE SULLA NOSTRA NUOVA PAGINA FACEBOOK

Continua a leggere

Articoli più letti

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità
Copyright ©2015-2020 | TESTATA GIORNALISTICA NAZIONALE Reg. N°152/2015 - ROMA
Il sito e i suoi contenuti sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons eccetto dove specificato diversamente.