Seguici sui Social

News

Materazzi: “Conosco bene Inzaghi, sono stato io a farlo esordire. Affidargli la Lazio è la chiusura di un cerchio”

Pubblicato

in



Pubblicità

Per commentare l’arrivo di Simone Inzaghi sulla panchina della Lazio ai microfoni di Radio Sei (98.100) nella trasmissione “Vetrina Biancoceleste” è intervenuto Giuseppe Materazzi.

L’ex allenatore biancoceleste ha dichiarato: “Conosco bene Inzaghi, sono stato io a farlo esordire con la maglia del Piacenza. L’ho sentito per farli gli auguri quando la società lo ha scelto, ma per il resto ha fatto tutto da solo. Quello di Palermo è stato sicuramente un esordio positivo. La squadra rosanero è in grave difficoltà e la vittoria della Lazio è stata favorita anche dalla brutta prestazione degli isolani. Ma a parte l’importanza della vittoria e della buona prestazione dei biancocelesti si è subito notato che una settimana di ritiro è bastata per lasciarsi alle spalle il derby. Quella della squadra di Inzaghi è stata una reazione importante che dimostra che l’allenatore è riuscito a fare gruppo. Tra lui e alcuni calciatori c’è un bel rapporto, ora Simone deve avere la capacità di stabilire la giusta distanza che deve esserci tra tecnico e giocatori, ma ha la giusta personalità per riuscirci. In campo ha già mostrato su chi punterà, Lulic terzino e Gentiletti al centro sono solo un esempio. Inoltre la squadra è stata molto brava nella gestione del possesso di palla. Credo che Lotito e Tare abbiano l’intenzione di affidargli la squadra anche nella prossima stagione, sarebbe la chiusura di un cerchio iniziato qualche tempo fa. E’ negli interessi della società confermarlo, sempre tenendo conto che se le cose  dovessero andar male sarebbero i tifosi a non volerlo”.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità