Seguici sui Social

News

Garlini: “La Lazio deve essere più convinta delle proprie qualità”

Pubblicato

il

Formazione Lazio
PUBBLICITA

L’ex attaccante biancoceleste Oliviero Garlini è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio è intervenuto per parlare della sconfitta della Lazio in casa della Juventus e non solo:

“La sconfitta fa male al morale ma ci sta perdere contro la Juventus. L’approccio al match non è stato dei migliori, i biancocelesti hanno rischiato e i bianconeri hanno gestito bene la partita. Ci deve essere più attenzione in fase difensiva da parte dei biancocelesti: Higuain e Dybala hanno calciato in solitudine, nessuno li ha disturbati. Era difficile ribaltare il parziale.

La Lazio doveva essere più convinta e credere di più nel risultato. Ci deve essere più concretezza, più grinta in queste partite. Sabato prossimo ci sarà una partita difficilissima; il Chievo è una squadra determinata, servirà la vera Lazio. L’assenza di immobile potrebbe pesare molto.

L’approccio ai big match deve essere migliori, i biancocelesti devono avere consapevolezza nei propri mezzi, convinti di poter fare la partita. Inzaghi deve dare motivazioni ai suoi, tenendoli uniti. Lo spogliatoio biancoceleste è eccezionale quanto l’allenatore, bisogna colmare il gap con le squadre di grande calibro. Se la Lazio è dove si trova, vuol dire che le qualità ci sono. Bisogna, però, trovare l’attenzione e la concretezza giusta per andare in vantaggio negli scontri diretti. Allo Stadium gli uomini di Inzaghi hanno avuto un po’ di timore, ma la squadra ha tutte le possibilità per raggiungere traguardi importanti.

Sabato i biancocelesti non devono avere la fretta di segnare, dovranno gestire la partita al meglio. Il Chievo è una squadra organizzata che è molto in salute fisicamente, non hanno paura. In zona offensiva sono molto forti e i nostri centrocampisti dovranno trovare i tempi d’inserimento giusti per mettere in difficoltà i clivensi. Lulic è un giocatore che fa entrambe le fasi, è molto abile in zona offensiva e Inzaghi non può fare a meno di lui. A Torino è mancato perché la squadra in questo giocatore ha trovato una grande risorsa.

La Lazio dovrà entrare in campo e giocare come sa fare. Deve mettere sul terreno di gioco tenacia e determinazione gestendo bene la gara. I biancocelesti dovranno essere sereni, ma dovranno costringere il Chievo nella propria trequarti”.


Pubblicità

News

Fiorentina-Lazio, Iachini: “La Lazio è forte, ci sarà da lottare”

Pubblicato

il

Giuseppe Iachini tecnico del Sassuolo

Le parole del mister della Fiorentina alla vigilia del match di domani

Fiorentina-Lazio. Alla viglia del match il mister dei viola, Beppe Iachini, ha rilasciato alcuni commenti: “Dobbiamo farci trovare pronti, la Lazio è forte, lavora assieme da tempo e ha giocatori esperti e di qualità. Insomma, ci sarà da lottare anche se il mio gruppo ha mostrato di avere lo spirito giusto”. E se la Fiorentina no vince in casa da metà febbraio, Iachini non smette di sperare in una svolta: ”Bisogna invertire la rotta e per riuscirci dovremo disputare la partita perfetta”. Il pensiero va ai due ataccanti che si fronteggeranno domani in campo, Vlahovic e Immobile, 19 gol finora per entrambi: ”Sono due attaccanti forti ma è presto per fare paragoni . Immobile è un giocatore maturo che segna con regolarità da anni, Dusan è ancora molto giovane, il suo percorso è appena all’inizio, l’augurio è che continui come sta facendo”.

Il commento sull’arrivo di Mourinho a Roma

Iachini ha poi speso alcune parole sull’arrivo di Mourinho sulla panchina giallorossa: “Sono contento del ritorno in Serie A di Josè Mourinho”. E’ un grande allenatore e un grande personaggio del nostro calcio . Non posso che fargli un grosso in bocca al lupo’ lo stimo e ho un bel rapporto con lui. Vedremo se lo affronterò“, ha dichiarato.

Continua a leggere

Articoli più letti