Seguici sui Social

Articolo copertina

PAGELLONE LAZIO 2017 – Il factotum: Marco Parolo

Pubblicato

il

Marco Parolo centrocampista della Lazio
PUBBLICITA

Marco Parolo un calciatore che sta sempre in silenzio ma che in campo macina e macina kilometri e si fa trovare in ogni posizione

LE PAGELLE

MARCO PAROLO VOTO 7,5

Parolo è uno di quei calciatori che ogni allenatore vorrebbe. Sempre titolare e mai un fiato. In campo fa tutto, lo trovi in ogni posizione e ad ogni lato. Corre corre corre e… corre. Segue gli avversari e non li molla mai ed è il primo a ripartire per le azioni di attacco. Molto spesso si trova in aerea di rigore per ricevere i cross e calciare verso la porta al momento giusto. Rispetto agli anni scorsi è calato un po’ sotto il profilo del gol però è cresciuto sotto l’aspetto difensivo. Infatti si fa notare sempre nei recuperi del pallone in zona difensiva e questo gli impedisce lucidità sotto porta nonostante la sua presenza fissa in area. In questa stagione è già a quota 17 presenze, 3 gol e 5 assist a soli due gol dalla scorsa stagione dove le presenze a fine anno erano addirittura 34. Non si tira mai indietro, quando c’è da mettere la faccia la mette come nel caso del derby.

LATO DIVERTENTE

Parla sempre chiaro e pulito. Fuori dal campo è una persona tranquilla e sul campo da tutto per la squadra e per questa maglia. Un giocatore silenzioso a cui piace dimostrare più con i fatti che con le parole. Un giocherellone perché gli piace sempre scherzare e mettersi in gioco. Una delle noti più divertenti è stata la sua presenza alla cena di Natale del 2017 con la cravatta da Babbo Natale o il giorno di Natale durante l’allenamento si è presentato vestito dallo stesso Babbo Natale. I tifosi della Lazio lo amano per la sua grinta e il suo amore, non molla mai ed è l’ultimo a mollare e quando può regala gioie come la rimonta in Europa League con un suo gol. Speriamo che quest’anno dia ancora più sostegno alla Lazio a suo di gol, perché i suoi gol mancano e i tiri da fuori che facevano sognare i tifosi sarebbero determinanti. GIOCATORE INSTANCABILE 

VOTO 7,5


Pubblicità

Articolo copertina

FIORENTINA LAZIO PAGELLE 2-0 Squadra spenta e senza idee, Champions un miraggio

Pubblicato

il


Fiorentina Lazio pagelle. Sconfitta pesantissima per 2-0 in ottica Champions League

Ecco i voti dei biancocelesti al termine della gara del Franchi. Fiorentina Lazio pagelle. Un 2-0 che allontana la squadra dal quarto posto

Fiorentina Lazio pagelle

Fiorentina Lazio pagelle della difesa

  • REINA 5.5- Incolpevole sul primo gol di Vlahovic. Sul raddoppio poteva fare di più. Non è più il portiere che trasmetteva sicurezza come fino a qualche mese fa.
  • MARUSIC 6.5 – Magistrale e fondamentale il suo intervento in scivolata nei primi minuti che sventa il contropiede di Vlahovic che era diretto in porta. E’ il più attento del pacchetto arretrato.
  • ACERBI 5.5 – Sbaglia malamente in occasione del gol Viola. Il suo rilancio sbilenco dà il via all’azione avversaria e non riesce poi a tamponare l’avversario. Si prende un giallo per una trattenuta su Vlahovic. Oggi il leone è apparso poco concentrato.
  • RADU 5.5 – Poco preciso sui cross dalla trequarti e commentte un errore che fortunatamente non è costato caro alla Lazio: un retropassaggio, non il primo stagionale, errato. Nella ripresa si prende un giallo per un intervento scomposto. Dal 74′ MURIQI s.v.

Fiorentina Lazio pagelle del centrocampo

  • LAZZARI 5.5 – Serata no per il motorino biancoceleste. La freccia ex Spal non si è messa in moto nella serata toscana. Dal 63′ PEREIRA 4.5 (IL PEGGIORE)– Tanto fumo e niente arrosto, il brasiliano viene ricordato sul tabellino solo per il cartellino rosso ricevuto
  • MILINKOVIC 6.5 (IL MIGLIORE)- E’ il più pericoloso della squadra laziale, colui che si è arreso per ultimo. Nella seraata no degli attaccanti, è lui che crea le occasioni da gol, ma trova sulla sua strada un grande Dragowski che gli dice di no su un ravvicinato colpo di testa. Poi offre una palla al bacio a Correa che fallisce un gol clamoroso.
  • LEIVA 5.5 – Anche il brasiliano è stato “vitttima” di un approccio alla gara errato che ne ha compromesso la sua prestazione. Ammonito per un brutto fallo su Ribery, salterà il prossimo match contro il Parma. Dal 63’CATALDI 5.5 Il suo ingresso non si nota, non cambia le cose.
  • LUIS ALBERTO 5.5 Il Mago oggi non ha fatto magie. Poco incisivo e non aiutato dai movimenti degli attaccanti. Fatica a trovare gli spazi giusti e le verticalizzazioni. Nella ripresa sparisce completamente dal gioo. Dal 74′ AKPA AKPRO s.v.
  • LULIC 5 – Purtroppo il capitano è il peggiore in campo nelle file biancocelesti. Mai propositivo sulla fascia sinistra, dove la Lazio ha giocato comunque molto poco. Non dà sostanza al centrocampo. Sul gol di Vlahovic lui e Radu potevano fare di più. Dal 63′ LUIZ FELIPE 5.5 Rientra dopo un lungo intervento e si prende la puntualissima ammonizione. Si fa anticipare da Vlahovic in occasione del 2-0

Fiorentina Lazio pagelle dell’attacco

  • CORREA 5.5 – Poteva indirizzare la gara a favore dei biancoceelsti. Invece il suo piattone sotto porta è stato ribattuto dal guantone di Dragowski. L’argentino è andato troppo mollo su quel pallone che poteva cambiare la storia della gara. Non riesce a dialogare come si deve con Ciro e non si rende mai incisivo
  • IMMOBILE 5.5 – Pescato puntualmente in fuorigioco, una, due tre volte. King Ciro non riesce a trovare il guizzo vincente ma anche lui soffre la maledetta serata del Franchi, amncando l’appuntamento crocevia per la Champions.

Fiorentina Lazio pagella dell’allenatore

  • ALL. INZAGHI 5.5 – I suoi ragazzi sono apparsi come non consapevoli dell’importanza della gara. Ora il cammino verso il quarto posto si fa arduo e troppo in salita. Brutto ko per come è maturato.

Fiorentina Lazio pagella degli avversari

  • FIORENTINA VOTO 7 – La squadra di Iachini ha fatto la partita che voleva. Squadra compatta in difesa e contropiede poi il bomber Vlahovic ha fatto la differenza con la doppietta che vale quasi la salvezza.

LUIZ FELIPE TORNA IN LISTA, FUORI HOEDT

Continua a leggere

Articoli più letti