Seguici sui Social

News

VIDEO – Mihajlovic attapirato: “Sto diventando una mezza sega”

Pubblicato

in

Sinisa Mihajlovic allenatore del Torino


“Sto diventando una mezza sega”. Lo dice ridendo Sinisa  alla vista di Valerio con il Tapiro d’Oro da consegnargli. Da esonerato ad attapirato ci vuole poco. Il 4 gennaio il tecnico è stato sollevato dall’incarico dal Torino e a distanza di una settimana Striscia la Notizia non dimentica.

Nella puntata andata in onda ieri sera Mihajlovic si è mostrato sereno: “Vorrei ringraziare il presidente perché mi ha dato la possibilità di allenare il Torino. Mi spiace, però, che non mi abbia chiamato direttamente lui per comunicarmi l’esonero”. Poi l’ex allenatore granata ha parlato anche del Var e delle decisioni arbitrali a sfavore dei granata: “Noi siamo stati sfortunati perché gli arbitri, anche rivedendo gli episodi, confermavano gli errori. Fa pensare un po’ male”.Infine senza perdere la sua solita ironia: “Sto diventando una mezza sega. Arriva un allenatore nuovo che in un giorno cambia giocatori, sistema di gioco, e vince 3-0! Inizierò a fare pugilato, mi piacciono gli sport di contatto”.

https://www.youtube.com/watch?v=RRGFWTNX6Q0

CRUCIANI SI SCAGLIA CONTRO I TIFOSI DEL NAPOLI

SEGUICI SU TWITTER

CALCIOMERCATO: LE TRATTATIVE DEL 12 GENNAIO

News

LAZIO Escalante – Conferenza di presentazione: “Voglio farmi valere”

Pubblicato

in

Lazio Escalante


LAZIO Escalante – Questo pomeriggio, il classe ’93 argentino è stato presentato in conferenza stampa a Formello

LAZIO Escalante: “Mi fa piacere far parte di questo gruppo, per me è un sogno. Sono pronto per iniziare questa stagione. Mi piace giocare davanti alla difesa, questo mi rende felice. Sto cercando di fare le cose semplici in attesa di avere una chance. Domani esordiremo in campionato. Idoli? In Argentina si vede molto calcio, mi ricordo di Almeyda, Scaloni, Crespo, Veron. Stare qui è una grande soddisfazione, ora aspetto un’opportunità per giocare. Quando ho saputo che i biancocelesti mi volevano, ho detto al mio agente che volevo trasferirmi a Roma. Sono veramente felice della scelta fatta. Il calcio italiano è diverso rispetto alla Liga. Penso di essere cambiato rispetto all’esperienza di Catania, sono maturato e mi affido al mister. Sarà difficile superare la concorrenza di giocatori come Luis Alberto, Leiva e Milinkovic, ma mi allenerò al meglio per ritagliarmi il mio spazio”.

Continua a leggere

Articoli più letti