Seguici sui Social

News

Vergogna National: i tifosi uruguaiani mimano la tragedia della Chapecoense

Pubblicato

il

Chapecoense vittima del disastro aereo
PUBBLICITA

Potrebbe costare molto cara la follia di alcuni suoi tifosi al Nacional Montevideo. La Chapecoense ha chiesto ufficialmente alla Conmebol di escludere il club rivale dalla Coppa Libertadores.

Durante la gara tra i due team alcuni sostenitori del National per farsi beffe dei rivali hanno imitato con versi e gesti la caduta di un aereo. Ricordando così la tragedia del 26 novembre 2016 quando morirono 71 persone. Fra loro quasi tutti i giocatori (tre i superstiti), l’intero staff tecnico e la dirigenza della squadra dello stato brasiliano di Santa Catarina. La Chapecoense ha chiesto con una lettera che il giudizio, con relativo provvedimento, venga preso prima della gara di ritorno in programma il 7 febbraio. E, che il Nacional, inoltre venga espulso dal torneo che assegna il titolo di campione del Sudamerica in base al principio della responsabilità oggettiva.

BUNDESLIGA: L’ANTICIPO COLONIA – BORUSSIA DORTMUND

SEGUICI SU TWITTER

AMARCORD FIORE: POI DESIGNA IL SUO EREDE


Pubblicità

News

Covid, al vaglio un pass per gli stadi

Pubblicato

il


Presto un incontro tra Vaia, il primario dello Spallanzani, e Gabriele Gravina per discutere della proposta

COVID e riaperture. In questi giorni il tema di più largo interesse è sicuramente quello legato alle riaperture: per i tifosi naturalmente parliamo di quelle relative agli stadi e agli eventi sportivi in genere. A tal proposito si è espresso Francesco Vaia, primario dello Spallanzani di Roma, che in un’intervista al Messaggero ha dichiarato: “Giusto riaprire, con gradualità e prudenza. Sfruttiamo il tempo che ci concederà l’estate. E’ anche giusto, aggiunge, che si ritorni a vivere piu’ spazi di normalità, come assistere una partita di calcio. In queste ore incontrerò il presidente della Figc, Gabriele Gravina, si sta studiando una app con la quale entrare allo stadio, che memorizza i nostri dati (se siamo stati vaccinati o se abbiamo eseguito un tampone nelle ultime 48 ore) che ci fornirà un qr-code da passare sotto un lettore elettronico all’ingresso. In questo modo si può tornare allo stadio in sicurezza, ad esempio per gli europei”, conclude il professore.

Continua a leggere

Articoli più letti