Paglia commenta i torti arbitrali: “Vogliono fare dispetto a Lotito e alla Lazio”

Guido Paglia direttore dell'Ultima Ribattuta

L’ex responsabile della comunicazione biancoceleste Guido Paglia commenta i torti arbitrali subiti dalla Lazio ricordando la protesta dei tifosi di 18 anni fa.

Queste le sue parole a Radio Incontro Olympia: “Mi trovai in mezzo alla protesta 18 anni orsono dei tifosi laziali a Via Allegri prima della vittoria del secondo scudetto. Allora erano esasperati dall’ennesimo torto subito oltre che aiuto dato alla Juventus fino alla partita immediatamente precedente a quella manifestazione che fu anche molto tesa e violenta. Oggi gli stessi sostenitori biancocelesti stanno vivendo l’ennesima stagione caratterizzata da sviste ed ingiustizie perpetuate dalla classe arbitrale, e giustamente domenica prossima dimostreranno il loro dissenso.

Il Var? Lo strumento è giusto, utile e valido, sbagliato è il protocollo stilato per utilizzarlo. Purtroppo, ahimè, presso la classe arbitrale e non solo, fare un dispetto a Lotito e quindi alla Lazio è diventato molto popolare, anzi procurarglielo è divenuto addirittura meritorio… Questo perché il presidente evidentemente non si è circondato di amici, ed oramai è troppo tardi per rimediare… Al contrario, nel 2000, mentre a Roma divampavano la rabbia e la protesta, c’era un certo Sergio Cragnotti, che dietro le quinte sapeva come e dove muoversi. Collina arbitro di Perugia-Juventus non fu un caso…”.

SEGUICI SU GOOGLE EDICOLA

LEGGI LA RISPOSTA DI FABBRICINI  A TARE