Seguici sui Social

Articolo copertina

L’ex Marco Ballotta su Strakosha: “30 milioni? Più gioca, più cresce”

Pubblicato

in

ballotta lazio


Dopo la bella stagione appena conclusa sono tante le voci che circolano sui giocatori biancocelesti, appetiti da grandi club. Tra le tante anche quella di un serio interessamento del Liverpool per Thomas Strakosha. Il club inglese a quanto riportato dal Mirror sarebbe pronto a offrire 30 milioni di euro per il giovane portiere della Lazio. Le parole dell’ex portiere biancoceleste Marco Ballotta su Strakosha.

Ballotta su Strakosha a Radio Incontro OlympiaStrakosha può e deve migliorare sotto tutti i punti di vista. E’ giovane, è nelle sue possibilità visto che ha qualità. E’ un portiere di buonissimo livello e la Lazio deve tenerselo stretto. Più partite gioca, più cresce velocemente. Se mi danno 100 milioni ci posso pensare ma per 30 milioni non avrebbe senso cederlo. La Lazio non è una squadra da metà classifica e portieri buoni in giro non ce ne sono molti, quindi vanno pagati. Il problema dei portieri è che sono quasi tutti allo stesso livello, non c’è uno che salta all’occhio. Prima di cedere Strakosha ci penserei. Casillas è un portiere che stimo molto. Può ancora giocare qualche anno ma non è il profilo giusto per la Lazio che tende ad investire sui giovani. Sirigu potrebbe essere buono“.

 

Sulla stagione della Lazio“E’ mancata l’ultima partita. I biancocelesti hanno sbagliato la partita di Europa League e quella con l’Inter. Due gare che hanno rovinato la splendida stagione disputata. Se crolli nelle partite importanti significa che manca ancora qualcosa, ma fa parte della crescita. La Lazio ha fatto bene, è mancata solo la ciliegina sulla torta“.

Sul mercato: “Se offrono più di 100 milioni per un giocatore si fa fatica trattenerlo. Con tutti quei soldi si può valorizzare la rosa. Con cessioni simili puoi farti la squadra“.

L’amarcord: “Soprattutto nella prima Lazio ci sono stati giocatori importanti, campioni e particolari. Veron non si capiva mai se scherzava. Io all’inizio dormivo con Nesta. Ognuno aveva le sue scaramanzie e fisse prima della gara, a volte anche buffe“.

NUOVE VERITA’ SUL CASO CUCCHI

SEGUICI SU GOOGLE EDICOLA

MASSIMO GILETTI DA’ RAGIONE ALLA LAZIO

Continua a leggere
Pubblicità