Novellino sulla Lazio: “Inzaghi l’eccellenza. Vedrei bene Balotelli…”

Walter Novellino, allenatore di lunga data nell’ultima stagione ulla panchina dell’Avellino, è intervenuto sulle freqienze di Radio Incontro Olympia. Ha parlato della Lazio di Inzaghi, tra la scorsa stagione d il futuro.

Walter Novellino sulla Lazio: “Ho allenato Inzaghi a Genova con la Sampdoria, Simone aveva una determinazione, una abnegazione, una sana rabbia, che come il fratello Pippo, come Di Francesco che ho avuto a Piacenza, come Gattuso cresciuto a Perugia, lo hanno portato a diventare un grande allenatore, come sta dimostrando alla Lazio. Nelle giovanili biancocelesti già si erano intraviste le sue qualità, fra bel gioco e vittorie, in prima squadra ha compiuto il definitivo grande salto. Insieme a Lotito, che ha avuto il merito oltre ad un pizzico di fortuna nello sceglierlo, insieme a Tare, Inzaghi è la terza eccellenza che la società laziale può vantare”.

LA STAGIONE PASSATA

Nel campionato appena concluso, la Lazio meritava assolutamente la Champions League. Var o non Var, innegabilmente, le è stata tolta la qualificazione alla stessa e la possibilità, ripeto più che meritata, di parteciparvi. Ero all’Olimpico a vedere Lazio-Inter. Quella singola partita ha rappresentato il film di un’intera stagione”.

FUTURO LAZIO

“Se la dirigenza del club romano riuscisse a trattenere Milinkovic e Felipe Anderson, l’assalto Champions potrà essere completato. Tare comunque ha già ampiamente fatto vedere quanto è bravo a scovare i nuovi Milinkovic e i nuovi Felipe Anderson. E chissà se andando in questo caso più sul sicuro, Tare non pescherà Balotelli dal cilindro. Lo vorrei vedere Mario in coppia con Ciro Immobile, con Inzaghi nella Lazio e con Mancini in nazionale…”.

LEGGI ANCHE LE PAROLE DELL’AGENTE DI GELSON MARTINS>>>CLICCA QUI