Durmisi si racconta: “Sono indietro nelle gerarchie di Inzaghi. Vorrei giocare di più”

Arrivato a sorpresa in estate alla corte di Inzaghi, il laterale è stato frenato dagli infortuni e dalle gerarchie. Durmisi si racconta e punta a conquistare una maglia da titolare

Lulic e Lukaku sono concorrenti scomodi sulla fascia di sinistra. L’ex Betis lo sa bene, ma promette battaglia per giocare di più. Durmisi si racconta, tra un iniizo difficile complice un brutto infortunio al btraccio. Queste le sue parole al quotidiano danese B.T. Nyheder: “Ho avuto un brutto infortunio al braccio e ancora ne risento. Non riesco a distenderlo del tutto e prendo antidolorifici. Non è stato un infortunio  qualsiasi, il braccio si è girato in modo innaturale. Contro il Marsiglia era la prima partita dopo l’infortunio ed ero a corto di fiato. Le gerarchie? Sono consapevole di essere dietro a Lulic e Lukaku, ma non per il loro valore, ma perchè sono da più tempo in squadra e il mister li conosce meglio di me. Vorrei giocare di più e sto facedno di tutto per conquistarmi una maglia da titolare“.

LEGGI LE DICHIARAZIONI DI PAROLO IN VISTA DI LAZIO MILAN